fbpx
Via Caduti di Nassiriya, Santa Maria Capua Vetere
08231606898
info@borsecurity.it

Tecnologia OLED: cosa ci riserva il futuro

Network di Servizi Tecnologici e Vigilanza

Tecnologia OLED: cosa ci riserva il futuro

Immagina di percorrere un corridoio con pareti curve, che riflettono le immagini di te e la tua famiglia d’estate al mare… potresti perderti nell’immensità dell’ultimo tramonto che hai visto con lo Stromboli all’orizzonte che fuma, dei volti dei tuoi cari che incontri in vicinanza e che ti ricordano la bellezza dello stare insieme…

Non è fantascienza, è la tecnologia OLED!

OLED è l’acronimo di Organic Light Emitting Diodes e stiamo parlando della tecnologia ad emissione di luce piana.

I display OLED non richiedono retroilluminazione perché sono realizzati con materiali organici (carbonio e idrogeno) che emettono luce quando ricevono l’impulso elettrico, garantendo così una qualità d’immagine senza paragoni.

Adatti a molteplici impieghi, i display OLED sono fatti di tanti strati, che li rendono flessibili, pieghevoli e arrotolabili. Li puoi trovare nei telefoni cellulari, nelle fotocamere digitali, nelle cuffie VR, nei Tablet, nei Notebook, nei televisori oppure puoi impiegarli come sistema di illuminazione.

Potresti allestire casa con i pannelli OLED… Immagina di rientrare da lavoro e sentirti avvolto dalle immagini (mandate in Loop) di te in compagnia delle persone a te care… potrebbe essere un modo per non perdere il ricordo delle persone che non ci sono più… vederle sorriderti e parlarti.

Quando è apparsa per la prima volta la tecnologia OLED

La tecnologia OLED nel corso degli anni ha fatto passi da gigante. I primi display a due strati organici sono stati presentati nel 1987, ma solo più tardi sono stati messi in produzione i primi modelli professionali.

Il primo produttore di display AMOLED, per lo più destinati agli Smartphone, è Samsung. LG Display produce pannelli OLED TV. Nel campo dell’illuminazione anche Philips e Konica Minolta hanno avviato la produzione, ma i prezzi sono ancora alti perché a fronte dei numerosi vantaggi, ci sono alcuni elementi su cui lavorare ancora e migliorare le prestazioni in termini di durata e di esposizione alla luce diretta del sole.

Se fai ricerche in rete ti capiterà di trovare altre due sigle: AMOLED e PMOLED, rispettivamente impiegati in smartphone, tablet e TV e gli altri in piccoli dispositivi, si differenziano tra loro per il metodo di guida del dispaly.

AMOLED impiega la matrice attiva ed è più complicato da realizzare. PMOLED impiega la matrice passiva ed è più economico e semplice da produrre.

Cosa ci riserva per il futuro la tecnologia OLED

Sono ormai tante le aziende che mettono in produzione display con pannelli OLED e nonostante i prezzi si tengano ancora alti si prevede un impiego sempre più diffuso della tecnologia OLED in dispositivi indossabili, in pannelli pieghevoli e rollabili, nei finestrini delle auto e perché no, proprio a casa tua.

A gennaio 2019 LG Dispaly ha presentato il primo OLED R TV arrotolabile. Altre aziende offrono televisori che sfruttano pannelli LG e per il futuro ci si aspetta un notevole incremento dell’impiego della tecnologia OLED nell’illuminazione e in dispositivi indossabili, per fruire della flessibilità, dell’efficienza, della leggerezza e della qualità della luce prodotta dagli OLED.

Se ti è stato utile questo articolo, aggiungi un commento, scrivi una recensione o condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sull’innovativo servizio di portierato e guardiania virtuale che svolgiamo in Tele-presenza, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di Portierato e Guardiania Virtuale
Average rating:  
 0 reviews
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *