Sicurezza: come difendersi contro furti, scippi e rapine

DiCarmelina Moccia

Sicurezza: come difendersi contro furti, scippi e rapine

Sicurezza: come difendersi contro furti, scippi e rapine

Furto, scippo e rapina sono reati contro il patrimonio regolamentati dagli articoli 624, 624 bis e 628 del codice penale.


Il furto si configura come reato meno grave, perché avviene con la sottrazione di beni dalla dimora della vittima senza far uso della violenza ed è punito con la reclusione da uno a quattro anni, su denuncia della vittima.

Il furto spesso si completa sfruttando l’emotività o la distrazione della vittima e talvolta con la coercizione: in tal caso parliamo di rapina, il reato più grave, che prevede l’uso di un’arma per esercitare violenza e costringere la vittima a rivelare il nascondiglio dei preziosi e del contante.

La rapina è punita con la reclusione da 4 a10 anni e multa fino a € 2.500,00.

Qual è la differenza tra furto, scippo e rapina

L’elemento che differenzia scippo e rapina dal furto è la violenza che viene usata per sottrarre beni alla vittima.

Lo scippo si compie principalmente per strada e rappresenta un rischio oltre che per la sicurezza, anche per l’incolumità della vittima che, nel tentativo di preservare ad esempio la borsa, potrebbe resistere allo scippo e cadere malamente sul suolo o finire investita da un’auto in transito.

Non di rado la vittima subisce uno scippo mentre è alla guida della propria auto, perché magari è ferma al semaforo o nel traffico e ha appoggiato la borsa sul sedile o sul cruscotto. Il ladro, muovendosi a bordo di un veicolo a due ruote, è più agile e può afferrare la borsa dal finestrino aperto e allontanarsi rapidamente.

Come ci si difende contro furti, scippi e rapine

DIFENDERSI da scippi e rapine È POSSIBILE adottando quelle normali PRECAUZIONI che detta il “BUON SENSO”. Adesso ti elenco una serie di atteggiamenti da assumere per non subire scippi e rapine.

  • Cammina sul marciapiede di senso opposto a quello dei veicoli, in modo da avere la visuale completa di chi ti sta di fronte.
  • Indossa la borsa dal lato interno del marciapiede.
  • Cammina in prossimità del perimetro degli edifici, non sul ciglio del marciapiede.

Se nonostante tutto riescono ad afferrare la borsa, cerca di NON OPPORRE RESISTENZA, rischieresti di cadere e peggio ancora, di essere investito da un’auto che non fa in tempo ad accorgersi di te che sei a terra.

Se devi prelevare contanti allo sportello automatico, verifica di non essere circondato da persone sospette. Non custodire il contante che hai prelevato nella borsa, mettilo nella tasca interna dell’abito che indossi.

Se ti avvicinano e ti minacciano con un’arma per farsi consegnare il contante, non fare l’eroe, pensa al valore che ha la tua vita: non c’è equilibrio, PENSA A SALVARTI LA VITA, non reagire con gesti inconsulti, ricorda che le forze dell’ordine hanno il compito di eseguire l’arresto, non tu!

In compenso PUOI AIUTARE le indagini concentrando l’attenzione sui DETTAGLI dell’auto o dello scooter su cui si allontanano i malviventi, l’abbigliamento che indossano per esempio, per poi riferirli ai CARABINIERI quando vai a fare la DENUNCIA.

Per DIFENDERSI contro i FURTI è necessario assumere alcuni ACCORGIMENTI e proteggere gli accessi con inferriate, porte blindate, sistemi di allarme, impianti di monitoraggio tecnologici, impianti audiovisivi.

Potresti trovare molto utile AFFIDARE il controllo e la gestione degli accessi a BOR, che svolge il servizio di guardiania virtuale in tempo reale.

PREVENIRE le aggressioni è sempre meglio che affrontarne le CONSEGUENZE.

  • Ricorda inoltre di non lasciare le finestre e la porta di casa aperta quando ti allontani;
  • Non pubblicare notizie di te che sei distante da casa sui social;
  • Non comunicare le date dei periodi in cui ti allontani dalla tua abitazione a persone che hai conosciuto da poco;
  • Lascia le luci accese mentre sei lontano da casa...

Se ti è stato utile questo articolo condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sull’innovativo servizio di portierato e guardiania virtuale che svolgiamo in Tele-presenza, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di sorveglianza per privati, ditte e istituzioni
Average rating:  
 0 reviews
Condividi

Info sull'autore

Carmelina Moccia administrator

Web Master, Seo Copywriter. Ha pubblicato Irene ha sempre freddo (Edizioni Progetto Cultura, 2013), Difesa a zona (articolo giornalistico, finalista alla xiv edizione del Premio nazionale Maria Santoro, 2013), Fuori dal limite (nell’antologia di racconti Il tempo dell’assenza, Edizioni Spartaco, 2015), Dietro una porta (nell'antologia di racconti Parole in viaggio, Edizioni Spartaco, 2017). Menzione d’onore per la prosa al Premio letterario Valentina per l’opera La finestra sul freddo viale d’inverno e al Premio Giovane Holden per l’opera Donne Pericolose. Ha pubblicato Bit alla scoperta del codice ascii (Progetto Cultura, 2011), Il topolino bianco e Ti stringo forte al cuore (Fara Editore, 2012), Non smetto di sperare (Fara Editore, 2014). Ha partecipato a quattro laboratori di scrittura creativa organizzati dalla casa editrice Spartaco e condotti da G. Graziano, durante i quali ha composto numerosi racconti. Partecipa al laboratorio di scrittura creativa Di lama e di trama, tenuto dalla scrittrice Antonella Cilento, finalista Premio Strega 2014, fondatrice e direttrice di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, e organizzato dalla casa editrice Spartaco.

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp