Sensori di movimento: sono sufficienti a proteggere la casa dai ladri?

DiCarmelina Moccia

Sensori di movimento: sono sufficienti a proteggere la casa dai ladri?

Sensori di movimento: sono sufficienti a proteggere la casa dai ladri

Quando pensi alla casa istintivamente si materializza nella tua mente un quesito: mi sto prendendo sufficientemente cura dei miei cari?


Trascorrere tante ore lontano da casa ti espone alla preoccupazione di non aver fatto abbastanza per progettare un ambiente sicuro per le persone che ami.

In commercio certo ci sono tanti rimedi e soluzioni “fai da te”, e se sei pratico potresti riuscire anche a fare un lavoro soddisfacente, ma il dubbio permane pronto a riemergere quando navighi la rete e apprendi di notizie di intrusioni ai danni di persone colte di sorpresa mentre soggiornano in casa con i loro figli.

Fai ricerche per individuare un prodotto che non superi il tuo budget e comunque ti garantisca un po’ di serenità. Ti imbatti in tante tipologie di dispositivi elettronici e l’occhio ti si ferma sulla parola Sensore.

Cosa sono i sensori di movimento, ti stai chiedendo…

I sensori di movimento sono dispositivi elettronici che rilevano la presenza di persone, animali o oggetti in una determinata posizione. Trovano applicazione in diversi ambiti oltre che nella sicurezza: vicino ai cancelli elettrici, in alcuni macchinari industriali, sui nastri trasportatori…

Come funzionano i sensori di movimento

Il funzionamento dei sensori di movimento è cambiato nel tempo con l’evoluzione della tecnologia. Sul mercato esistono diverse tipologie adatte per ogni esigenza, da quello più economico a quello più tecnologico e quindi più caro. Partendo dal modello classico il funzionamento si basa sulla rilevazione di raggi infrarossi emessi dai corpi che si trovano nel range visivo. Per evitare falsi allarmi la rilevazione viene tarata su determinate quantità di raggi. Alcuni sensori misurano la quantità di potenziale elettromagnetico e magari combinando le tue tipologie si ottiene un prodotto che riduce notevolmente i falsi allarmi.

Alcuni sensori oggi li trovi integrati nelle telecamere delle macchine: hai presente quando parcheggi e senti una serie di bip al passaggio di persone o in presenza di ostacoli…

La differenza sta tutta nella tipologia di tecnologia applicata, se infatti agli infrarossi e al calore aggiungiamo le microonde parliamo di sensori di movimento a tripla tecnologia.

Dove trovano maggiore applicazione i sensori di movimento

I sensori di movimento trovano massiccia applicazione nei sistemi di allarme per la casa. Se rifletti ti ricordi che cercavi un rimedio per la rilevazione di intrusi e hai trovato i sensori di movimento. L’evoluzione tecnologica nel tempo ha consentito di miniaturizzare sempre più i dispositivi e renderli di facile posizionamento, ma di difficile individuazione. La possibilità di alimentarli senza cavi e la tecnologia wireless fa dei sensori un elemento che può anche essere collegato a una centralina di un allarme, può infatti funzionare autonomamente, con batterie. Munito di una SIM può inviarti un messaggio via telefono o se lo personalizzi può allertare l’istituto con cui hai stipulato un contratto di vigilanza privata.

Come si sceglie un sensore di movimento

La scelta del sensore di movimento dipende dall’uso che devi farne. Se devi semplicemente attivare una luce all’ingresso in una stanza di una persona, puoi optare per il classico sensore IR che misurerà la quantità di raggi infrarossi emessi dal corpo e accenderà la luce. Puoi impiegarlo anche all’esterno per controllare l’apertura del cancello o l’accensione delle luci in garage… se invece lo vuoi impiegare per rilevare intrusioni è consigliabile un sensore a tripla tecnologia, senza cavi, in grado di avvisarti in caso di intrusione.

Sono sufficienti i sensori di movimento a proteggere la casa dai ladri

Dotare la casa di sensori di movimento ti aiuterà a sentirti più sereno, sicuramente ti garantirà una protezione maggiore in confronto ad una casa assolutamente priva, ma non è una misura sufficiente!

Come abbiamo appreso pocanzi il funzionamento si basa sulla rilevazione di raggi infrarossi, calore e onde magnetiche… vuol dire che l’intruso è già dentro!

La misura più efficace è sicuramente la prevenzione. Ti suggerisco di valutare la possibilità di acquistare un impianto di monitoraggio che rileva le anomalie, in abbinamento al servizio di Portierato e Guardiania in Tele-presenza. Prima che i malintenzionati provino ad entrare il guardiano virtuale, connesso in live dalla sua piattaforma tecnologica, attraverso l’audio dell’impianto di monitoraggio pratica dissuasione, contemporaneamente ti avvisa dell’avvenuto tentativo di intrusione o se preferisci può avvisare l’istituto di vigilanza da te indicato o le forze dell’ordine, il tutto prima che il malintenzionato rechi danni alle persone a te care e alla tua abitazione.

Come posso risparmiare per acquistare un impianto di videosorveglianza

La Guardiania in Tele-presenza BOR spesso viene confusa con la videosorveglianza, ma non sono la stessa cosa! Non è certamente una soluzione economica, ma puoi avvantaggiarti delle detrazioni fiscali previste dalla Legge di Bilancio 2019 per chi acquista un impianto di videosorveglianza. Fai click qui  per sapere di più sul Bonus Sicurezza oppure contattaci per una consulenza gratuita.

Se ti è piaciuto questo articolo, aggiungi un commento o condividi con noi la tua esperienza.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di sorveglianza per privati, ditte e istituzioni
Average rating:  
 0 reviews
Condividi

Info sull'autore

Carmelina Moccia administrator

Web Master, Seo Copywriter. Ha pubblicato Irene ha sempre freddo (Edizioni Progetto Cultura, 2013), Difesa a zona (articolo giornalistico, finalista alla xiv edizione del Premio nazionale Maria Santoro, 2013), Fuori dal limite (nell’antologia di racconti Il tempo dell’assenza, Edizioni Spartaco, 2015), Dietro una porta (nell'antologia di racconti Parole in viaggio, Edizioni Spartaco, 2017). Menzione d’onore per la prosa al Premio letterario Valentina per l’opera La finestra sul freddo viale d’inverno e al Premio Giovane Holden per l’opera Donne Pericolose. Ha pubblicato Bit alla scoperta del codice ascii (Progetto Cultura, 2011), Il topolino bianco e Ti stringo forte al cuore (Fara Editore, 2012), Non smetto di sperare (Fara Editore, 2014). Ha partecipato a quattro laboratori di scrittura creativa organizzati dalla casa editrice Spartaco e condotti da G. Graziano, durante i quali ha composto numerosi racconti. Partecipa al laboratorio di scrittura creativa Di lama e di trama, tenuto dalla scrittrice Antonella Cilento, finalista Premio Strega 2014, fondatrice e direttrice di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, e organizzato dalla casa editrice Spartaco.

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp