fbpx
Via Caduti di Nassiriya, Santa Maria Capua Vetere
08231606898
info@borsecurity.it

Rischio incendio ed esplosione in edilizia: le linee guida sulla prevenzione

Rischio incendio ed esplosione in edilizia: le linee guida sulla prevenzione

Il rischio di incendio in edilizia può essere analizzato da almeno due punti di vista: sotto l’aspetto della sicurezza ambientale per i danni che potrebbero essere causati all’ambiente per la combustione di materiali tossici presenti nei cantieri di lavoro, e sotto l’aspetto della sicurezza dei luoghi di lavoro, la tutela dei lavoratori e dei beni.

Se pensiamo all’evoluzione che ha registrato nel tempo il concetto di sicurezza legata alla tutela dei lavoratori e dei beni, non possiamo non constatare quanto sia cambiato l’approccio verso una problematica che periodicamente ci ripropone scene di incendi sviluppatisi presso strutture in via di ristrutturazione.

In passato le disposizioni sulla sicurezza e le relative prescrizioni da applicare erano considerate come un adempimento aggiuntivo imposto dalla legge.

Nel tempo l’atteggiamento verso le disposizioni in materia di sicurezza è cambiato, passando attraverso varie fasi in cui sicuramente l’approccio verso le problematiche causate dalla presenza nei cantieri di più imprese e profili professionali hanno consentito di ingegnerizzare i rischi inerenti alle diverse tipologie di lavorazioni svolte nei cantieri di lavoro e sviluppare soluzioni proporzionate.

Il tema della sicurezza è oggetto di studio e regolamentazione.

L’analisi approfondita delle varie fasi di lavorazione consente di tracciare precisi protocolli operativi per eseguire i processi e gestire le emergenze che possono scaturire.

La valutazione dei rischi consente di elaborare apposite procedure da adottare nelle diverse situazioni, ed è qui che entra in campo la regolamentazione.

Nel 2015 è stato emanato il Codice di prevenzione incendi, un testo in continua evoluzione che gode del prezioso apporto di figure professionali che fanno parte del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco e che intervengono in prima linea in caso di emergenza.

Il codice di prevenzione incendi riconosce al progettista la facoltà di utilizzare documenti tecnici, adottati da organismi riconosciuti a livello internazionale, a supporto della progettazione in materia di sicurezza antincendio al fine di fornire soluzioni proporzionate al rischio reale.

Il progettista è incaricato di progettare la sicurezza antincendio in relazione alle specifiche tipologie di lavorazioni che vengono messe in atto, facendo ricorso alla cosiddetta “Fire Safety Engineering” per quantificare l’impatto di ogni soluzione sull’evoluzione dell’evento.

Lo scopo è sviluppare soluzioni idonee a salvaguardare vite umane, l’incolumità delle persone e la tutela dei beni e dell’ambiente.

Nel 2020 l’INAIL in collaborazione con il Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, ha elaborato una guida con l’obiettivo di ridurre gli infortuni sul lavoro e aumentare la cultura della sicurezza nei settori dell’edilizia e dell’agricoltura, nella quale vengono analizzati gli aspetti normativi per l’organizzazione dei cantieri ai fini antincendio, le fonti di rischio, le misure di prevenzione e protezione, i rischi aggiuntivi nei cantieri di ristrutturazione e manutenzione, le attività soggette ai controlli di prevenzione e la gestione della sicurezza.

La guida contiene altresì i risultati degli studi fatti sugli eventi di Notre Dame de Paris e della Cappella Guarini presso il Duomo di Torino.

L’esigenza di elaborare un documento che aiuti a individuare le fonti di rischio di incendio ed esplosione e a sviluppare misure di prevenzione e protezione nasce dalla necessità di migliorare l’atteggiamento del settore edile nei confronti della sicurezza.

I cantieri edili prevedono la presenza di più imprese contemporaneamente, chiamate a prestare la propria opera presso una struttura in condizioni di sicurezza non sempre in linea con gli standard richiesti per le installazioni fisse.

Quando parliamo di sicurezza si ha la sensazione di non essere mai sufficientemente informati, perché se rifletti e provi a fare il punto della situazione ti ritrovi a dover considerare dettagliatamente cosa succede in ogni specifica circostanza, chi è il responsabile degli eventi e quali sono le conseguenze che ne derivano per la salute dei lavoratori in primis, per l’integrità dei beni, per l’ambiente e per il responsabile alla gestione delle emergenze.

Data la complessità quindi, analizzeremo insieme i seguenti argomenti nei prossimi articoli:

Se ti è stato utile questo articolo condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sull’esclusivo servizio di portierato e guardiania virtuale che svolgiamo in Tele-presenza, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di Portierato e Guardiania Virtuale
Average rating:  
 0 reviews
Summary
Rischio incendio ed esplosione in edilizia: le linee guida sulla prevenzione
Article Name
Rischio incendio ed esplosione in edilizia: le linee guida sulla prevenzione
Description
L’INAIL e il CNVF ha elaborato una guida per ridurre infortuni sul lavoro e aumentare la cultura della sicurezza nei settori dell’edilizia e dell’agricoltura
Author
Publisher Name
BOR
Publisher Logo
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *