Via Caduti di Nassiriya, Santa Maria Capua Vetere
08231606898
info@borsecurity.it

Reato di ricettazione e il principio di tenuità

Network di Servizi Tecnologici e Vigilanza

Reato di ricettazione e il principio di tenuità

“Chi acquista, riceve o nasconde cose provenienti da un qualsiasi delitto si rende complice del ladro e diventa punibile per ricettazione.”

La ricettazione è un reato contro il patrimonio, che si realizza quando una persona acquista, riceve o nasconde beni provenienti da un delitto.

Il reato di ricettazione è punito con reclusione e multa. Gli artt. 648, 648 bis e 648 ter del codice penale stabiliscono pene differenti a seconda della gravità del delitto.

L’art. 648 del codice penale stabilisce una pena che va da due a otto anni di reclusione e una multa che va da 516 a 10.329 euro.

La pena aumenta se i beni oggetto di ricettazione provengono da delitti di rapina, estorsione o furto aggravato.

La pena arriva a sei anni di reclusione e la multa fino a 516 euro se il fatto è di particolare tenuità.

Il giudice, nell’individuare la giusta pena da applicare, deve tener conto della gravità del reato. Il processo decisionale ruota intorno alla valutazione di molteplici elementi: alla natura, alla specie, ai mezzi, all’oggetto, al tempo, al luogo e alle modalità con cui è stata praticata l’azione, la gravità del danno o del pericolo procurato alla persona, all’intensità del dolo o al grado di colpa.

Il giudice tiene conto anche delle ragioni che hanno spinto il reo a delinquere, dei precedenti penali e della condotta del reo antecedente e successiva al reato, nonché delle condizioni di vita individuale.

L’art. 648 bis del codice penale stabilisce una pena detentiva che va da quattro a dodici anni e una multa da 5mila a 25mila euro per colui che compie operazioni (sostituisce, trasferisce denaro, beni o altri valori) che ostacolano l’identificazione della provenienza del bene.

Fatta questa premessa, necessaria per comprendere quando si realizza il reato di ricettazione e cosa rischia chi consapevolmente o inconsapevolmente si rende complice di un ladro, vediamo cosa è stato stabilito dalla Corte Costituzionale a proposito della ricettazione attenuata.

La Corte Costituzionale ha dichiarato la parziale illegittimità costituzionale dell’art. 131 bis del c.p. che stabilisce che l’offesa non può essere considerata di particolare tenuità quando l’autore agisce per motivi abbietti o futili e con crudeltà a danno di persone o animali, operando sevizie o approfittando delle condizioni della vittima, causando conseguenze non volute come la morte o lesioni gravissime.

In base all’art. 131 bis del c.p. anche per i delitti puniti con due anni di reclusione commessi durante manifestazioni sportive o nei confronti di un pubblico ufficiale nell’esercizio delle proprie funzioni non è applicabile il principio di tenuità.

La legittimità costituzionale dell’art. 131 bis c.p. è stata messa in discussione dal Tribunale penale di Taranto in presenza di un imputato accusato di aver acquistato o comunque ricevuto alcune confezioni di rasoi e lamette da barba provenienti da un furto.

Il Tribunale considerata la tenuità del danno subito dalla persona offesa non poteva comunque applicare la non punibilità per particolare tenuità del fatto, perché il reato di ricettazione ha una pena edittale massima di sei anni e quindi eccede il limite fissato dall’art. 131 bis del c.p. per considerare la non punibilità del reato di ricettazione attenuata.

L’art. 131 bis del c.p. è stato dichiarato illegittimo costituzionalmente per la violazione dell’art. 3 della Costituzione, nella parte in cui non consente di applicare la non punibilità per particolare tenuità del fatto ai reati per i quali non è previsto un minimo edittale di pena detentiva.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di Portierato e Guardiania Virtuale
Average rating:  
 0 reviews
Summary
Reato di ricettazione e il principio di tenuità
Article Name
Reato di ricettazione e il principio di tenuità
Description
La ricettazione è un reato contro il patrimonio, che si realizza quando una persona acquista, riceve o nasconde beni provenienti da un delitto, punito con...
Author
Publisher Name
BOR
Publisher Logo
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    wpChatIcon