Nuovo codice di prevenzione incendi: vantaggi e benefici della normativa

DiCarmelina Moccia

Nuovo codice di prevenzione incendi: vantaggi e benefici della normativa

Cosa prevede il nuovo codice di prevenzione incendi

Le fabbriche che producono arredi, laterizi, cemento, le officine, i depositi di carta e legnami, gli stabilimenti e gli impianti sono fortemente esposti al rischio incendi, pertanto sono soggette a tutti quegli adempimenti prescritti dalla legge necessari a prevenire gli incendi.


A fine febbraio è stato approvato dal Comitato Scientifico per la Prevenzione Incendi del Ministero dell’Interno il testo sui nuovi criteri di sicurezza antincendio e per la gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro, che rende obbligatoria l’applicazione della normativa prestazionale del codice a 42 delle 80 attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco. A beneficiare della normativa saranno anche le scuole, gli edifici aperti al pubblico destinati ad ospitare mostre, esposizioni e altre tipologie di eventi e quelli tutelati ai sensi del Codice dei Beni ambientali e del paesaggio (D.lgs 42/2004).

Quando diventerà legge il testo sui nuovi criteri di sicurezza antincendio

Prima che diventi legge il testo dovrà passare l’esame della Commissione Europea e quindi i tempi di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale potrebbero allungarsi ulteriormente nel caso si dovesse riscontrare che dal testo scaturiscono ostacoli alla libera circolazione delle merci.

Cosa prevede il nuovo codice di prevenzione incendi

Senza entrare troppo nei dettagli le novità riguardano innanzitutto i professionisti che dovranno mettere in pratica la normativa prestazionale facendo in modo che rispetti gli standard internazionali, infatti per il raggiungimento di un adeguato livello di sicurezza alla maggiore libertà progettuale riconosciuta deve corrispondere una maggiore competenza nella valutazione del rischio incendio.

L’applicazione della normativa prestazionale resterà facoltativa per gli alberghi con più di 25 posti letto, le scuole con più di 100 persone, gli uffici con più di 300 persone, le autorimesse con superficie superiore a 300 metri quadri, le attività commerciali con superficie superiore a 400 metri quadri.

Sarà obbligatoria per le nuove attività o per l’ampliamento di quelle già esistenti. Le misure antincendio già adottate nella parte preesistente dovranno essere compatibili con i cambiamenti da apportare, in caso contrario si applicherà il Codice all’intera attività.

La Legge di Stabilità ha previsto che il Ministero per i beni culturali effettui una ricognizione in tutti i luoghi di cultura e presso gli edifici sottoposti a vincolo per valutare eventuali criticità e considerare l’opportunità di adeguare le misure antincendio già presenti.

I musei, le biblioteche e gli archivi potranno avvantaggiarsi della maggiore discrezionalità riconosciuta ai progettisti nell’applicazione della normativa, valutando gli effetti che un evento dannoso può avere sulle persone, sui beni e sull’ambiente e fissando i livelli di prestazione e gli obiettivi da raggiungere.

Qual è la principale novità del nuovo codice prevenzione incendi

La novità consiste principalmente nell’obbligatorietà della normativa prestazionale, che si applicherà a tutte le attività prive di una regola tecnica verticale, che attualmente sono solo soggette e non normate e per le quali si applicano criteri tecnici di prevenzione incendi.

Quando entrerà in vigore il nuovo codice prevenzione incendi

Il nuovo codice prevenzione incendi entrerà in vigore 180 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del testo normativo.

Se ti è stato utile questo articolo, aggiungi un commento o condividilo con i tuoi contatti. Se desideri informazioni più dettagliate su come prevenire incendi nella tua azienda affidandoti al servizio di monitoraggio da remoto in Tele-presenza contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di sorveglianza per privati, ditte e istituzioni
Average rating:  
 0 reviews
Condividi

Info sull'autore

Carmelina Moccia administrator

Web Master, Seo Copywriter. Ha pubblicato Irene ha sempre freddo (Edizioni Progetto Cultura, 2013), Difesa a zona (articolo giornalistico, finalista alla xiv edizione del Premio nazionale Maria Santoro, 2013), Fuori dal limite (nell’antologia di racconti Il tempo dell’assenza, Edizioni Spartaco, 2015), Dietro una porta (nell'antologia di racconti Parole in viaggio, Edizioni Spartaco, 2017). Menzione d’onore per la prosa al Premio letterario Valentina per l’opera La finestra sul freddo viale d’inverno e al Premio Giovane Holden per l’opera Donne Pericolose. Ha pubblicato Bit alla scoperta del codice ascii (Progetto Cultura, 2011), Il topolino bianco e Ti stringo forte al cuore (Fara Editore, 2012), Non smetto di sperare (Fara Editore, 2014). Ha partecipato a quattro laboratori di scrittura creativa organizzati dalla casa editrice Spartaco e condotti da G. Graziano, durante i quali ha composto numerosi racconti. Partecipa al laboratorio di scrittura creativa Di lama e di trama, tenuto dalla scrittrice Antonella Cilento, finalista Premio Strega 2014, fondatrice e direttrice di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, e organizzato dalla casa editrice Spartaco.

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp