Monitoraggio da remoto in tempo reale: cosa significa e come avviene

DiCarmelina Moccia

Monitoraggio da remoto in tempo reale: cosa significa e come avviene

Monitoraggio da remoto in tempo reale: cosa significa e come avviene

Controllare e monitorare sono due parole che esprimono concetti affini, ma sostanzialmente diversi nella modalità di esecuzione.


Il controllo comporta l’esame di un comportamento/valore e implica un intervento mirato a ristabilire la normalità; si può esercitare in diversi modi, a seconda del settore in cui appunto stiamo esercitando l’azione di controllo.

Il monitoraggio consiste nell’osservazione di un comportamento attraverso l’impiego di un monitor collegato in remoto ad un impianto di monitoraggio disposto solitamente lontano dal luogo in cui ci troviamo.

A cosa serve il monitoraggio da remoto

Il monitoraggio ha molteplici impieghi e serve a rilevare il funzionamento di un impianto al fine di analizzare anomalie e intervenire per ripristinare/stabilizzare i valori di riferimento, evitando pericoli e danni.

Come avviene il monitoraggio da remoto

Il monitoraggio si esercita per mezzo di impianti dotati di sensori e apparecchiature altamente tecnologiche programmate per rilevare e misurare i parametri di riferimento. La gestione del sistema di monitoraggio da remoto è affidata ad un software di rilevazione e analisi, grazie al quale è possibile osservare il funzionamento di un sistema di riscaldamento, di illuminazione, di gestione delle risorse energetiche e molto altro ancora.

Quali sono i vantaggi del sistema di monitoraggio da remoto

I vantaggi dell’impiego di un sistema di monitoraggio sono diversi, sicuramente la possibilità di intervenire in tempo reale per stabilizzare i parametri e le anomalie è il principale.

Le tipologie di anomalie dipendono dalla finalità del sistema di monitoraggio. Per fare un esempio pratico basta pensare all’IoT, grazie all’impiego della domotica possiamo controllare la dispersione di calore in un ambiente al fine di ridurre i consumi energetici, oppure ipotizziamo l’impiego di un sistema di monitoraggio in uno stabilimento farmaceutico per misurare le immissioni nell’aria di sostanze pericolose al fine di ridurne l’impatto ambientale.

L’anomalia si verifica quando un valore supera i parametri di riferimento impostati.

Come si stabilizzano i parametri di riferimento di un impianto di monitoraggio

Il monitoraggio dell’impianto è affidato alla supervisione di un operatore di telecontrollo che da remoto, grazie all’osservazione dei valori indicati sui monitor collegati all’impianto, è in grado di intervenire per ripristinare e stabilizzare i parametri di riferimento impostati.

I parametri vengono programmati in base allo scopo per cui si decide di monitorare un’area. Per esempio il software dell’impianto di monitoraggio in un allevamento di bestiame sarà programmato per rilevare tra le altre cose, anche la presenza di animali randagi che potrebbero mordere i capi e veicolare infezioni batteriche, compromettendone la salute.

Ne convieni quindi che stiamo parlando di una soluzione personalizzabile in base alle singole caratteristiche dell’area da monitorare. La programmazione dei parametri di misurazione permette di rilevare le anomalie in tempo reale, prevenendo pericoli e danni.

Nel campo dei servizi fiduciari e della sicurezza l'impiego di un impianto di monitoraggio permette di gestire gli accessi, rilevare la presenza di intrusi e altre anomalie e sinistri. Gli operatori addetti al telecontrollo connessi dalla loro piattaforma tecnologica, intervengono per ristabilire i parametri di sicurezza in tempo reale, informando il proprietario dell'impianto e su delega di quest'ultimo, l'istituto di vigilanza di riferimento o le forze dell'ordine.

Se ti è stato utile questo articolo, aggiungi un commento o condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sui costi dell’impianto di monitoraggio che usiamo per svolgere il servizio di portierato e guardiania virtuale, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di sorveglianza per privati, ditte e istituzioni
Average rating:  
 0 reviews
Condividi

Info sull'autore

Carmelina Moccia administrator

Web Master, Seo Copywriter. Ha pubblicato Irene ha sempre freddo (Edizioni Progetto Cultura, 2013), Difesa a zona (articolo giornalistico, finalista alla xiv edizione del Premio nazionale Maria Santoro, 2013), Fuori dal limite (nell’antologia di racconti Il tempo dell’assenza, Edizioni Spartaco, 2015), Dietro una porta (nell'antologia di racconti Parole in viaggio, Edizioni Spartaco, 2017). Menzione d’onore per la prosa al Premio letterario Valentina per l’opera La finestra sul freddo viale d’inverno e al Premio Giovane Holden per l’opera Donne Pericolose. Ha pubblicato Bit alla scoperta del codice ascii (Progetto Cultura, 2011), Il topolino bianco e Ti stringo forte al cuore (Fara Editore, 2012), Non smetto di sperare (Fara Editore, 2014). Ha partecipato a quattro laboratori di scrittura creativa organizzati dalla casa editrice Spartaco e condotti da G. Graziano, durante i quali ha composto numerosi racconti. Partecipa al laboratorio di scrittura creativa Di lama e di trama, tenuto dalla scrittrice Antonella Cilento, finalista Premio Strega 2014, fondatrice e direttrice di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, e organizzato dalla casa editrice Spartaco.

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp