Allontanato sciacallo dal centro commerciale di Portico di Caserta (CE)

Diadmin

Allontanato sciacallo dal centro commerciale di Portico di Caserta (CE)

Allontanato sciacallo dal centro commerciale di Portico di Caserta

Allontanato sciacallo dal centro commerciale di Portico di Caserta

Entra anche tu nel rivoluzionario mondo BOR

Venerdì sera 12 ottobre 2018 alle ore 23:36 circa, uno sciacallo si introduce nel parcheggio del centro commerciale di Portico di Caserta (CE) con l'intento di rubare le pedane situate all'esterno. L'operatore di telecontrollo connesso da remoto interviene prontamente e mette in fuga il ladruncolo.

DiCarmelina Moccia

Quali sono gli interventi di adeguamento alle prescrizioni di prevenzione antincendio

Quali sono gli interventi di adeguamento alle prescrizioni di prevenzione antincendio

Le Linee Guida Regionali contengono le prescrizioni di prevenzione antincendio da inserire obbligatoriamente negli atti autorizzativi per la messa in esercizio degli impianti di trattamento dei rifiuti e gli interventi di adeguamento alle prescrizioni per gli impianti già autorizzati.


Qual è l’iter di adeguamento impiantistico per gli impianti già autorizzati

La notifica di adeguamento impiantistico è comunicata dall’autorità competente ai titolari dell’autorizzazione per la presentazione entro il termine di 30gg del progetto di adeguamento.

Trascorsi 60gg dalla presentazione del progetto, previa approvazione dello stesso, il titolare dell’autorizzazione può dare luogo ai lavori di adeguamento, da concludersi entro sei mesi dalla relativa approvazione.

Il mancato adempimento alle prescrizioni entro tali termini determina la revoca dell’autorizzazione ad esercitare l’attività di trattamento rifiuti.

Quali sono gli interventi di adeguamento alle prescrizioni di prevenzione antincendio

Oltre ai criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell’emergenza nei luoghi di lavoro, previsti nel DM 10 marzo 1998, devono essere valutati altri aspetti che tengono in considerazione la quantità e la tipologia di lavorazione del materiale stoccato o trattato.

La valutazione dei rischi incendio è sicuramente la prima operazione da svolgere ed è strettamente correlata alla quantità del materiale stoccato, allo scopo di valutare le possibili conseguenze della movimentazione e selezione di materiali combustibili in presenza di altri materiali.

In presenza di materiali soggetti all’autocombustione va infatti attentamente valutata la possibilità che la movimentazione di plastica, carta o legno possa determinare surriscaldamenti o inneschi.

La valutazione dei rischi consente di individuare le possibili criticità e di adottare le misure necessarie a limitare l’estensione dell’eventuale incendio con sistemi di protezione passiva, predisponendo corsie e corridoi in muratura idonei a limitare il propagarsi dell’incendio tra i materiali stoccati (compartimentazione) e assicurando al personale presente nell’impianto sistemi e vie di esodo, con appositi cabinati e passerelle.

Sempre nell’ottica di controllare e gestire gli eventi pericolosi è necessario prevedere un sistema antintrusione per il controllo perimetrale del sito e la verifica degli accessi carrai perimetrali dotato di tecnologia di controllo e identificazione dedicata.

Le Linee Guida Regionali prescrivono l’installazione di sistemi integrati di videosorveglianza ad alta risoluzione con controllo da remoto h24 degli accessi con implementazione di sistemi di rilevazione con termo-camere delle variazioni termiche per le aree maggiormente esposte a rischio.

Quali sono le misure da adottare per il rapido controllo dell’incendio

Per il controllo dell’incendio bisogna provvedere all’installazione di attrezzature ed impianti di estinzione manuale ed automatica, per il controllo sia di eventi interni che esterni, da posizione protetta e con erogazioni di acqua importanti:

estintori

impianti idranti con reti di idranti (interni ed esterni) in prossimità dello stoccaggio

impianti di estinzione a schiuma e diluvio

lance antincendio ad alta capacità

spingarde

monitori portatili (due in prossimità del capannone e due sulle aree scoperte)

E tu, sei pronto per adeguarti alle prescrizioni di prevenzione antincendio?

Come si adeguano gli impianti alle prescrizioni di prevenzione antincendio delle Linee Guida Regionali

BOR è l’unica azienda in Italia che ti consente di adeguare il tuo impianto fornendoti il meglio della TECNOLOGIA DI CONTROLLO E IDENTIFICAZIONE DEDICATA!

Con un “Programma Integrato” per il controllo perimetrale h24 del sito, la verifica degli accessi carrai perimetrali, sistemi di videosorveglianza ad alta risoluzione e analisi video, è in grado di garantire:

  • il controllo perimetrale degli accessi carrai;
  • la rilevazione in “tempo reale” di anomalie e sinistri;
  • la prevenzione di incendi, intrusioni, atti vandalici e danneggiamenti, furto fisico di merce e dati aziendali;
  • l’efficienza degli impianti mediante il monitoraggio in tempo reale da remoto e il controllo tecnologico degli impianti h24.

Grazie all’impiego di sofisticati software di gestione e analisi video e di apparecchiature altamente tecnologiche in grado di rilevare “PRECOCEMENTE” le variazioni della temperatura, il monitoraggio e controllo BOR svolto in tempo reale da remoto h24 rappresenta l’unico sistema di rilevazione precoce EFFICACE, su tutto il territorio nazionale.

Se desideri informazioni più dettagliate sull’innovativo sistema di controllo e identificazione dedicata che svolgiamo in Tele-presenza, per il controllo perimetrale h24 di siti esposti a rischio di incendi, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


Diadmin

Apprendista Informatico Helpdesk – Offerte di lavoro a Caserta

Apprendista Informatico Helpdesk - Offerte di lavoro a Caserta

Apprendista Informatico Helpdesk - Offerte di lavoro a Caserta

La risorsa inserita nel reparto Sistemi Informatici coprirà il ruolo operativo di tecnico informatico addetto all'Help Desk a supporto del team già esistente.
Il ruolo da occupare impiegherà la risorsa nelle seguenti attività:
– Manutenzione Ordinaria e Straordinaria dei Computer Aziendali;
– Gestione di problematiche di 1° Livello;
– Collaudo di Apparecchiature da Remoto.
Si offre una posizione lavorativa aperta a tutti in grado di garantire una carriera anche a chi è alle prime esperienze.
Invia la tua candidatura a: borvideosorveglianza@gmail.com allegando una lettera di presentazione e l'autorizzazione al trattamento dati.
Diadmin

Sistemista Junior – Offerta di lavoro a Caserta

Sistemista Junior - Offerta di lavoro a Caserta

Bor, azienda specializzata in telepresenza, ricerca personale specializzato da inserire nel proprio organico.
Si offre buona retribuzione e possibilità di carriera.

La risorsa si occuperà di:
– Help Desk di primo e secondo livello su problematiche hardware e software su impianti di videosorveglianza tramite gestione ticket ;
– Manutenzione della rete locale e corporate;
– Configurazione di apparati attivi per impianti di Videosorveglianza;

La risorsa inserita nel reparto Sistemi Informatici coprirà il ruolo operativo di sistemista, Help Desk a supporto del team già esistente.

Requisiti Richiesti:
– Conoscenza base dei sistemi operativi e delle tecnologie suddette;
– Conoscenza base apparti di networking;
– Conoscenza base dei principali protocolli di comunicazione;
– Capacità di diagnosi di problemi hardware e software.

Verranno valutate positivamente le seguenti competenze:
– Conoscenze di micro controllori (Raspberry, Arduino, ecc..);
– Ottima conoscenza in ambiente Linux;
– Esperienza con VMWARE o software di Virtualizzazione;
– Capacità di progettare ed implementare soluzioni adatte a sistemi informatici articolati.

Invia la tua candidatura a: borvideosorveglianza@gmail.com allegando una lettera di presentazione e l'autorizzazione al trattamento dei dati.

Diadmin

Tentativo di intrusione sventato presso l’azienda “CLAMAR ITALIA” con sede a CASERTA

Chi usa BOR dice STOP ad anomalie e sinistri!

Strepitoso: Tentativo di intrusione sventato presso l’azienda "CLAMAR ITALIA" con sede a CASERTA.

CLAMAR è un'azienda ultraventennale, specializzata nel commercio e distribuzione di prodotti di primissima qualità, che opera nel settore dell’ottica e che ha scelto di affidare a BOR il controllo tecnologico e la gestione delle infrastrutture e ai Rangers compiti di vigilanza armata.

Attiva l'audio del video e osserva come, il giorno 10/09/19 alle ore 00:22 circa, due delinquenti a viso coperto sono stati allontanati dal guardiano virtuale BOR.

Scavalcando il muro perimetrale i due malintenzionati hanno varcato il confine, ma sono stati subito intercettati dall’operatore collegato in tempo reale dalla propria piattaforma tecnologica che ha attivato i protocolli di sicurezza concordati con il cliente e li ha costretti alla fuga evitando danni a persone e cose.

Quando scegli l’eccellenza il successo è assicurato, prima di affidare a BOR il controllo e la gestione delle infrastrutture, il cliente era alla ricerca di una soluzione che gli garantisse:
- il controllo e la gestione degli accessi;
- il controllo della sosta vietata;
- la rilevazione di anomalie e sinistri;
- la rilevazione di incendi e allagamenti;
- il controllo delle infrastrutture;
- il controllo tecnologico dell'impianto;
…in poche parole una soluzione altamente tecnologica che rivoluziona la tradizionale figura del guardiano sul posto.
L’eccellenza tiene conto dei bisogni delle persone per offrire soluzioni pratiche, veloci e flessibili, che consentano di “raggruppare nel connubio Tecnologia/Uomo più servizi integrati”, ecco perché la scelta del nostro cliente si è rivelata una SCELTA DI SUCCESSO!

Federsicurezza, la federazione del settore della vigilanza e della sicurezza privata, invoca lo sviluppo di servizi digitali integrati che possano interpretare e integrare le esigenze di sicurezza con soluzioni innovative. Fai click qui per approfondire l'argomento.

Con i suoi oltre 150 tentativi di intrusione sventati, BOR offre la possibilità alle aziende che si muovono nel campo della sicurezza privata, di avvantaggiarsi del proprio Now How per creare una rete di servizi integrati per rispondere alle crescenti esigenze di mercato in tema di sicurezza fisica e informatica.

Goditi la serenità di un risveglio senza pensieri

Scegli anche tu l'eccellenza del connubio Tecnologia/Uomo BOR

Diadmin

Tentativo di intrusione sventato a Mondragone grazie al Sistema BOR

Sensazionale: Tentativo di intrusione sventato presso l’azienda agricola "COOPERATIVA AGRITRE SOCIETA’ AGRICOLA ARL" di Mondragone (CE)

Attiva l'audio e scopri come, il 02/08/19 alle ore 23:15 circa, una banda di malviventi con volto coperto e pessime intenzioni è stata allontanata dall'azienda.

I malviventi si sono introdotti all’interno della proprietà del nostro cliente scavalcando in una zona non inquadrata dalle nostre telecamere: tuttavia, non appena sono entrati nel raggio d’azione delle telecamere sono subito stati avvistati dal custode virtuale BOR, che con un tempestivo intervento da remoto li ha istantaneamente messi in fuga.

Grazie all'impianto di monitoraggio BOR installato presso l’azienda il custode virtuale, connesso in tempo reale dalla propria postazione tecnologica, ha prontamente rilevato la presenza degli intrusi e attivato i protocolli di sicurezza concordati con il cliente, evitando ingenti danni e sinistri.

Prima di affidare a BOR il controllo e la gestione delle infrastrutture, il cliente era alla ricerca di una soluzione che gli garantisse: - il controllo e la gestione degli accessi; - il controllo della sosta vietata; - la rilevazione di anomalie e sinistri; - la rilevazione di incendi e allagamenti; - il controllo delle infrastrutture; - il controllo tecnologico dell'impianto; …in poche parole una soluzione altamente tecnologica che rivoluziona la tradizionale figura del guardiano sul posto.

E tu, non credi di meritare "sonni tranquilli"?

Chi usa BOR può dire BASTA ad anomalie e sinistri!

Diadmin

Tentativo di intrusione sventato presso l’azienda “DIVISIONE CANTIERI STRADALI SRL”

Fantastico: Tentativo di intrusione sventato presso l'azienda "DIVISIONE CANTIERI STRADALI SRL" sita a San Tammaro (CE): azienda specializzata nel settore della realizzazione e manutenzioni di strade in ambito nazionale

Il 15/08/19 più di cinque malviventi a volto coperto si sono avvicinati in pieno giorno alla proprietà del nostro cliente con la speranza di mettere a segno un furto sfruttando la festività di Ferragosto: alle ore 15:00 circa infatti, i delinquenti – armati di piede di porco ed altri attrezzi – sono giunti sul posto con l’intento di scassinare il cancello d’ingresso, salvo poi darsi alla fuga dopo essere stati allontanati dal custode virtuale BOR, connesso in real-time dalla propria postazione della piattaforma tecnologica BOR.
Grazie all'impianto di monitoraggio BOR installato presso il deposito, il custode virtuale ha prontamente rilevato la presenza degli intrusi e attivato i protocolli di sicurezza concordati con il cliente, evitando grossi danni e sinistri.

Prima di affidare a BOR il controllo e la gestione delle infrastrutture, il cliente era alla ricerca di una soluzione che gli garantisse:
- il controllo e la gestione degli accessi;
- il controllo della sosta vietata;
- la rilevazione di anomalie e sinistri;
- la rilevazione di incendi e allagamenti;
- il controllo delle infrastrutture;
- il controllo tecnologico dell'impianto;
…in poche parole una soluzione altamente tecnologica che rivoluziona la tradizionale figura del guardiano sul posto.

Chi usa BOR può dire BASTA ad anomalie e sinistri

Intrusioni e aggressioni? Difenditi con BOR!

Diadmin

Come affrontare un colloquio di lavoro?

Attiva l'audio del video e scopri cosa ti suggerisce Emanuele Iadicicco per affrontare un colloquio di lavoro.

Il CV è il primo vero contatto che hai con l’azienda, curalo nei minimi dettagli e opera una specie di self marketing, finalizzato a promuoverti come possibile risorsa.

Cura i dettagli, anche quelli grafici, scegli un layout che offra immediatamente una panoramica delle esperienze di lavoro, delle competenze acquisite e delle capacità personali possedute...

 

DiCarmelina Moccia

Immagini della videosorveglianza all’esame dei carabinieri

È di queste ore la notizia del rinvenimento di un nuovo video che potrebbe portare delle novità nelle indagini che sono in corso per determinare con chiarezza la responsabilità dell’efferato omicidio del Vice Brigadiere M. Cerciello Rega, avvenuto a distanza di quaranta giorni dalle sue nozze.

Grazie alle immagini riprese dalle telecamere dell’hotel dove alloggiavano i due cittadini americani e delle attività commerciali disposte lungo il tragitto che hanno percorso gli indagati si sta lentamente ricostruendo ciò che è successo nella notte tra il 25 e il 26 luglio 2019, quando è stato ucciso con undici coltellate Mario Cerciello Rega.

Non sono ancora state trovate le immagini che ritraggono esattamente l’episodio che ha portato alla morte del vice brigadiere, ma il rinvenimento del nuovo filmato lascia ben sperare in una pronta ricostruzione dell’accaduto, sul quale regnano ancora dubbi, alimentati da versioni contrastanti rilasciate dagli indagati, attualmente tenuti nel carcere di Regina Coeli, con l’accusa di omicidio in concorso.

Il legale dei due indagati ha richiesto di poter acquisire i nuovi video per poter far chiarezza sugli eventi e ha altresì presentato istanza di scarcerazione al Tribunale del Riesame.

Visionare le riprese registrate dagli impianti di videosorveglianza dell’hotel e dei negozi aiuterà i carabinieri a ricostruire come si sono svolti i fatti e a procedere dovutamente con l’arresto definitivo dei responsabili.

Almeno questo è quanto è avvenuto ai rapinatori che nel settembre 2018, spacciandosi per carabinieri in borghese, si introdussero nell’abitazione di un imprenditore di Sesto Fiorentino e riuscirono a portare via contante, telefoni e gioielli.

L’uomo stava per rientrare in casa con la sua compagna quando venne avvicinato da tre finti carabinieri in borghese, dotati di paletta, tesserino e finto atto di perquisizione.

La banda fingendo di perquisire casa riuscì a sottrarre un bottino consistente, ma solo alla fine uno dei malviventi si rese conto che l’abitazione era dotata di sistema di videosorveglianza. Sebbene avesse manomesso una telecamera, le immagini registrate a seguito della denuncia presentata dall’imprenditore, sono state visionate dagli inquirenti della Squadra Mobile di Firenze e in collaborazione con la Procura della Repubblica di Firenze è stato possibile procedere all’identificazione dei cinque malviventi, di età compresa tra i 22 e 43 anni, e all'arresto con l’accusa di rapina.

L’utilizzo delle immagini di videosorveglianza nelle indagini delle Forze dell’Ordine è senz’ombra di dubbio fondamentale perché, sebbene la visione e l’analisi richieda tempo, riesce a dare informazioni importanti per l’identificazione dei responsabili e la successiva cattura.

Se anche tu stai pensando di dotare la tua casa di un sistema per il controllo degli accessi e prevenire aggressioni e rapine, contattaci per sapere di più sul nostro impianto tecnologico, grazie al quale riusciamo a svolgere un servizio di portierato e guardiania virtuale in live che evita danni a persone e cose.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


DiCarmelina Moccia

Decreto Crescita 2019: proroga del Super Ammortamento del 130% per l’acquisto di beni strumentali nuovi

Decreto Crescita 2019: proroga del Super Ammortamento del 130% per l’acquisto di beni strumentali nuovi

Il Decreto Crescita reintroduce il Super Ammortamento del 130% per chi acquista beni strumentali nuovi.

Cos’è il super ammortamento del 130%

Il super ammortamento è una misura fiscale introdotta per favorire la crescita economica per la prima volta dalla Legge di Stabilità 2016, e ripresa con il Decreto Crescita con proroga dal 1 aprile 2019 al 31 dicembre 2019.

Sostanzialmente non ci sono variazioni rispetto alle precedenti disposizioni, l’unica differenza sta nel limite massimo di spesa sostenibile, che è fissato a 2,5 milioni di euro. I costi che superano tale limite non beneficiano dell’agevolazione.

Per poter beneficiare della misura bisogna completare l’acquisto entro il 30 giugno 2020, a condizione che entro il 31 dicembre 2019 l’ordine di acquisto sia stato accettato dal venditore e sia stato versato un acconto pari al 20% del costo di acquisto dei beni.

Chi sono i destinatari del super ammortamento

Possono beneficiare dell’agevolazione i titolari di reddito d’impresa e lavoro autonomo che acquistano beni strumentali nuovi.

Quali sono i beni strumentali nuovi che non beneficiano del super ammortamento

Sono esclusi dall’agevolazione i beni usati, i fabbricati, gli immobili, le costruzioni, i veicoli e i mezzi di trasporto, mentre può fruire del super ammortamento chi acquista autocarri.

Come funziona il super ammortamento del 130%

Il super ammortamento rappresenta una variazione in diminuzione della base su cui calcolare le imposte. Per farti un esempio pratico pensa a quando acquisti un impianto di monitoraggio di 10.000,00 euro. Senza l’agevolazione del super ammortamento, puoi ammortizzare il costo di 1.000,00 euro per 10 anni e sulla restante parte andare a calcolare le imposte da pagare. Con il super ammortamento puoi ammortizzare il costo di 1.300,00 euro per 10 anni e ridurre quindi di ulteriori 300,00 euro la base su cui calcolare le imposte

Quale altro vantaggio ottengo se acquisto un impianto di monitoraggio BOR con il super ammortamento del 130%

Oltre a diminuire la base su cui calcolare le imposte, puoi innanzitutto aumentare la sicurezza e l’efficienza della tua azienda. L’impianto di monitoraggio BOR infatti ti consente di controllare e gestire h24 e in tempo reale le infrastrutture, gli accessi alla tua azienda e l’efficienza dei tuoi impianti, prevenendo danni a persone e cose.

  • Aumenti la produttività, riqualificando il personale addetto all’accoglienza, al controllo e gestione degli accessi, alla sorveglianza, al controllo e gestione delle infrastrutture, impiegandolo nella produzione e riducendo così i costi di gestione;
  • Previeni i rischi di incendio e allagamento, il furto fisico di merce e dati aziendali;
  • Aumenti il prestigio della tua azienda e diventi un’impresa 4.0 perché l’impianto di monitoraggio BOR è altamente tecnologico.

Contattaci e richiedi la consulenza di un nostro esperto per conoscere dettagliatamente tutti i benefici che puoi avere se acquisti un impianto di monitoraggio BOR.

Se preferisci puoi anche scegliere di noleggiare l’impianto per 24 o 36 mesi e solo alla fine del noleggio scegli se riscattarne la proprietà versando un’ulteriore rata finale.

Puoi attivare il servizio di Portierato e Guardiania in Tele-presenza quando vuoi e per il tempo che ritieni necessario. Contattaci e chiedi di sapere di più.

Abituati a pensare in grande!

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo.

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


DiCarmelina Moccia

Come si adeguano gli impianti di trattamento rifiuti alle Linee Guida Regionali

Come si adeguano gli impianti di trattamento rifiuti alle Linee Guida Regionali

Le prescrizioni di prevenzione antincendio hanno recentemente subito delle importanti integrazioni nella salvaguardia della salute ambientale, rivolte a prevenire e ridurre l’inquinamento proveniente da emissioni nell’aria, nell’acqua e nel suolo.

La giunta regionale della Campania ha emanato le Linee Guida Regionali che contengono le prescrizioni di prevenzione antincendio da inserire obbligatoriamente negli atti autorizzativi per la messa in esercizio degli impianti di trattamento dei rifiuti, con particolare riferimento al monitoraggio h24 dei siti.

Quali sono le finalità delle Linee Guida

Le Linee Guida hanno lo scopo di tracciare l’iter da seguire per l’adeguamento di impianti di trattamento di rifiuti già esistenti e delineare i procedimenti autorizzativi per la messa in esercizio di nuovi impianti.

Qual è il quadro normativo di riferimento per l’autorizzazione di impianti che svolgono attività di trattamento di rifiuti

Il Testo Unico Ambiente, che è stato approvato dal Decreto Legislativo del 3 aprile 2006 n. 152, rappresenta il quadro di riferimento per l’autorizzazione degli impianti che si occupano di trattamento di rifiuti. La disciplina delle procedure di autorizzazione è di competenza Regionale.

L’autorizzazione integrata ambientale, necessaria per le installazioni di impianti che svolgono attività valutate a rischio di incendio per la tipologia e la quantità di materiale trattato, ha per scopo la prevenzione e la riduzione dell’inquinamento causato dalla movimentazione, dalla cernita, dalla detenzione di materiali negli impianti, viene rilasciata dall’Autorità Competente ai predetti fini ed è subordinata alla presentazione di un’apposita domanda alla Regione competente per territorio, corredata di documentazione tecnica, nonché del progetto dell’impianto di smaltimento e recupero di rifiuti.

Quali sono i tempi concessi agli impianti di gestione di rifiuti già esistenti per l’adeguamento alle Linee Guida Regionali

I soggetti che intendono avviare nuovi impianti di smaltimento e recupero di rifiuti devono obbligatoriamente inserire negli atti relativi a procedimenti autorizzativi per la messa in esercizio degli impianti di trattamento dei rifiuti, le prescrizioni di prevenzione antincendio indicate nelle Linee Guida.

Per gli impianti già esistenti la procedura prevede che l’Autorità Competente che ha rilasciato l’autorizzazione, notifichi l’obbligo di adeguamento impiantistico con i relativi termini di adempimento.

Il progetto di modifica e adeguamento dell’impianto va presentato entro massimo novanta giorni dall’avvenuta notifica dell’obbligo. L’approvazione del progetto avverrà entro sessanta giorni massimo ed entro sei mesi dall’approvazione i lavori di modifica e adeguamento dovranno essere conclusi.

“Gli impianti già esistenti hanno quattro anni per conformarsi ai nuovi standard, i nuovi impianti invece devono soddisfare immediatamente i nuovi requisiti richiesti per svolgere attività di smaltimenti e recupero di rifiuti.”

Cosa prescrivono le Linee Guida in materia di prevenzione incendi

Le Linee Guida Regionali al fine di prevenire e ridurre i rischi di incendio prescrivono l’obbligo di installazione di sistemi integrati di videosorveglianza, altamente tecnologici per il monitoraggio, il controllo e la gestione degli accessi carrai perimetrali. Per le aree destinate allo stoccaggio dei rifiuti e per quelle maggiormente esposte al rischio è inoltre richiesta l’installazione di sistemi di rilevazione con apparecchiature termografiche, per la rilevazione delle variazioni termiche.

Come si adeguano gli impianti di trattamento rifiuti alle Linee Guida Regionali

BOR è l’unica azienda in Italia in grado di offrire una soluzione altamente tecnologica, come richiesto dalle Linee Guida Regionali, adatta a controllare perimetralmente i siti di trattamento di rifiuti da remoto e ad adeguare gli impianti.  Grazie all’impiego di un impianto di monitoraggio appositamente programmato, siamo in grado di rilevare in tempo reale qualsiasi anomalia ed allertare su evento certo il gestore del sito o su delega dello stesso gli organi preposti alla prevenzione ed estinzione dell’incendio.

Come funziona il sistema di monitoraggio BOR

L’impiego di apparecchiature dotate di analisi video e tecnologia termografica ci consente di rilevare qualsiasi variazione termica e intervenire per ripristinare i parametri di riferimento. La tecnologia della Tele-presenza ci permette di interagire con l’ambiente circostante per diffondere comunicati in tempo reale e garantire il controllo degli accessi carrai perimetrali con dissuasione audio. Forniamo comunicazione in tempo reale degli eventi certi a mezzo chat bidirezionale e documentazione da esibire per dimostrare la propria estraneità in eventi accidentali.

Se ti è stato utile questo articolo condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sull’innovativo servizio di portierato e guardiania virtuale che svolgiamo in Tele-presenza, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp