fbpx
Via Caduti di Nassiriya, Santa Maria Capua Vetere
08231606898
info@borsecurity.it

Il Bonus Ristrutturazione vale anche per i sistemi di allarme?

Network di Servizi Tecnologici e Vigilanza

Il Bonus Ristrutturazione vale anche per i sistemi di allarme?

L’Agenzia delle Entrate ha fatto chiarezza sui numerosi dubbi nati a proposito del Bonus Ristrutturazione e sulla possibilità di portare in detrazione il 50% delle spese sostenute per l’installazione di allarmi e videocitofoni.

Con un comunicato ufficiale l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile fruire della detrazione del 50% per l’acquisto di sistemi idonei a prevenire atti illeciti da parte di terzi, classificandone l’acquisto come interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici.

Quali sono gli atti illeciti che giustificano gli interventi di recupero e riqualificazione?

Sono ammesse alla detrazione del 50% le spese sostenute per l’installazione di sistemi digitali rivolti a prevenire e a evitare furti, aggressioni e sequestri di persona.

Sono escluse dall’agevolazione le spese per i canoni di controllo, sostenute mensilmente e previste dai contratti stipulati con istituti di vigilanza e di portierato.

Cosa è il Bonus Ristrutturazione?

Se non hai ancora sentito parlare del Bonus Ristrutturazione, ti è utile sapere che è un’agevolazione fiscale riconosciuta dalla Legge di Bilancio 2020 ai titolari di reddito, nella misura del 50% delle spese sostenute entro il 31 dicembre 2020 e per un importo massimo 96mila euro per unità immobiliare, per gli interventi di ristrutturazione delle abitazioni.

Qual è la finalità del Bonus Ristrutturazione?

Introdotto per la prima volta nel 1998, di anno in anno il Bonus Ristrutturazione viene prorogato per favorire il recupero del patrimonio edilizio, migliorando la qualità degli edifici, e per dare impulso al settore edile.

Il titolare di reddito che ristruttura la sua abitazione, nei limiti dell’Irpef dovuta, può portare in detrazione il 50% delle spese, spalmando l’agevolazione in dieci quote annuali.

Chi può fruire del Bonus Ristrutturazione?

Per fruire dell’agevolazione è sufficiente possedere un diritto reale sull’immobile: può quindi essere richiesto anche dal conduttore, da un comodatario o da un usufruttuario che sostiene le spese di ristrutturazione. Anche i familiari conviventi del possessore possono richiedere l’agevolazione purché il pagamento dell’intervento sia stato eseguito a nome loro.

Quali sono gli interventi che danno diritto alla detrazione del Bonus Ristrutturazione?

Possono essere portate in detrazione le spese sostenute per eseguire interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, per il restauro e risanamento conservativo e per la ristrutturazione edilizia.

Sono detraibili anche le spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’installazione di ascensori e montacarichi, così come quelle sostenute per l’installazione di cancellate, recinzioni, porte blindale, vetri antisfondamento, casseforti, sistemi di videosorveglianza e allarmi, per prevenire gli illeciti punibili penalmente.

Sono ammesse anche le spese sostenute per gli interventi rivolti a ridurre l’inquinamento e il consumo energetico, per l’adozione di misure antisismiche, per la sostituzione di tubi, per l’installazione di sistemi di rilevazione.

Quali spese si possono portare in detrazione con il Bonus Ristrutturazione

Puoi portare in detrazione tutte le spese che concorrono alla realizzazione degli interventi di ristrutturazione, più dettagliatamente: i costi di progettazione, le perizie, i sopralluoghi, le relazioni e i compensi per le prestazioni professionali, le spese di installazione, l’acquisto del materiale e delle apparecchiature e gli oneri sostenuti per il disbrigo delle pratiche.

Ricapitolando quindi, se sei possessore di reddito, puoi acquistare l’impianto di monitoraggio BOR portando in detrazione nella misura del 50%, per dieci anni entro il limite dell’Irpef dovuta, le spese che sosterrai per la progettazione e l’installazione dell’impianto, (comprese le spettanze dei tecnici che provvederanno alla relazione e alla messa in opera dei lavori) per l’acquisto delle apparecchiature e per il disbrigo delle pratiche se ti affidi ad un’agenzia di consulenza che ti aiuta ad avviare la pratica.

Sono escluse dall’agevolazione le spese per il canone di controllo che sosterrai mensilmente per assicurarti il servizio di portierato e guardiania virtuale in live.

Parlane con il tuo commercialista oppure richiedi l’assistenza di uno dei nostri consulenti, puoi chiamare il numero verde che ti abbiamo riservato 800 126 494 oppure puoi compilare il modulo di richiesta di preventivo in tutte le parti per essere ricontattato dal consulente con l’offerta a te dedicata.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di Portierato e Guardiania Virtuale
Average rating:  
 0 reviews
Summary
Il Bonus Ristrutturazione vale anche per i sistemi di allarme?
Article Name
Il Bonus Ristrutturazione vale anche per i sistemi di allarme?
Description
L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile fruire della detrazione del 50% per l’acquisto di sistemi idonei a prevenire atti illeciti da parte di...
Author
Publisher Name
BOR
Publisher Logo
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *