fbpx
08231606898
info@borsecurity.it

“I GIORNI DEL SUD”: FOCUS TUNISIA VERSO L’INCOMING DI OTTOBRE

“I GIORNI DEL SUD”: FOCUS TUNISIA – VERSO L’INCOMING DI OTTOBRE

“I GIORNI DEL SUD” quest’anno ha avuto luogo online. Sfruttando le potenzialità della tecnologia è stato possibile dare seguito all’iniziativa avviata quattordici mesi fa e fortemente promossa da ICE Agenzia in collaborazione con Confindustria Campania, Confindustria Caserta, Unione degli Industriali di Napoli e Fondazione per la Sussidiarietà, nell’ambito del progetto di internazionalizzazione delle imprese italiane.

L’iniziativa rivolta a tutte le aziende italiane ha concentrato l’attenzione sulle potenzialità del Sud Italia e in particolare della Campania.

Dopo il successo riscosso l’anno scorso, con un’ampia panoramica sulle possibilità che offre il mercato del Marocco, quest’anno l’evento ha concentrato il focus sulla Tunisia.

Il motivo è semplice: già ottocento aziende italiane hanno rapporti commerciali con la Tunisia e il 7% è rappresentato da aziende campane.

L’Italia vanta da sempre storiche relazioni con la Tunisia, sia per la posizione geografica sia per le particolari infrastrutture logistico portuali delle regioni interessate nelle transazioni.

La percentuale dell’export campano si attesta al 6%, a dimostrazione di quanto sia funzionale e strategico il posizionamento della Campania nel mercato estero.

Il WEBINAR è stato solo il primo passo di un progetto ben più articolato, che mira a coinvolgere tutte le aziende italiane interessate a intessere relazioni commerciali con i mercati esteri e in particolare la Campania.

Durante l’evento hanno preso la parola esponenti dell’Agenzia ICE, Unione degli Industriali, Confindustria Campania, Confindustria Caserta, Fondazione per la Sussidiarietà per illustrare le politiche messe in atto per favorire la formazione, la comunicazione e la tracciabilità delle transazioni dell’Area Med.

L’obiettivo, come spiegato da Vito Grassi Presidente di Confindustria Campania e Vice Presidente di Confindustria Caserta, è riportare il baricentro dell’economia nel mezzogiorno con strategie e iniziative finalizzate a restituire al Sud Italia l’identità di area di scambio, riportando il paese al centro delle dinamiche geopolitiche, per un Mediterraneo non più riconosciuto solo per la ricchezza prodotta con il turismo.

L’idea di fare del Sud Italia il traino logistico del Made in Italy nel Mondo è stata avviata tre anni fa, con l’istituzione delle Zone Economiche Speciali. Nonostante però siano stati elargiti bonus, agevolazioni e finanziamenti, non si è avuta l’accelerazione sperata, perché mancano ancora strumenti di riforma rivolti a snellire le procedure amministrative per chi vuole investire all’estero e creare quella competitività necessaria per fare del Mediterraneo il perno dell’Europa rispetto all’Africa.

Come auspicato da Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, occorre interrompere la politica di assistenzialismo cui si è assistito negli ultimi anni di fronte alle difficoltà, a favore di un radicale cambiamento economico che riporti il Mediterraneo a uno sviluppo rivolto a potenziare le risorse e le energie che una volta erano proprie del Sud Italia, rivitalizzando i luoghi e facendoli ritornare protagonisti della vita politica e dello sviluppo socio economico.

L’Italia ha sempre intrattenuto rapporti con la Tunisia, diventando un partner privilegiato. Come spiegato dall’Ambasciatore Sergio Piazzi, l’Italia potrebbe fruire delle condizioni favorevoli offerte dal mercato tunisino e contestualmente sostenere i piccoli progetti presentati dalla Tunisia, che purtroppo stentano a trovare finanziamenti. La partnership Italia/Tunisia può recare vantaggi al Mezzogiorno che può consolidare il ruolo chiave nel sistema Euro/Italia diventando il centro nevralgico delle transazioni tra Europa e Africa, e alla Tunisia che può ottenere sostegno per i propri progetti dagli investitori italiani.

L’Italia è il secondo partner della Tunisia dopo la Francia, ma è il primo paese fornitore con il 15,4% di esportazioni in tutto il paese per beni di consumo e tecnologia. La presenza delle aziende italiane nel paese è ben radicata e rappresenta un terzo delle aziende a partecipazione straniera.

Turchia e Cina concorrono contro l’Italia nell’intrattenere rapporti commerciali con la Tunisia per la fornitura di beni di consumo e tecnologia ma, come ha illustrato la responsabile dell’Ufficio Agenzia ICE Tunisi Donatella Iaricci, sono diversi i settori in cui c’è ancora spazio per poter investire.

A seguito delle misure adottate dal Governo Tunisino per combattere la pandemia, lo sviluppo economico della Tunisia ha visto un lieve rallentamento rispetto alle stime sul 2020 riguardo al turismo e agli accordi di interscambio commerciale. Tuttavia grazie alla vicinanza geografica, all’approvvigionamento strategico, alla manodopera a basso costo, alla legge emanata nel 2017 sugli investimenti e agli accordi di libero scambio, la Tunisia presenta molti punti di forza che ne fanno un paese dalle numerose prospettive di investimento in molteplici settori.

La Tunisia si distingue per la produzione di datteri, olio di oliva biologico, rame e manufatti di rame, materie plastiche, farmaci generici, componenti aerospaziali, robotica e meccatronica. Ha invece un saldo negativo per le forniture elettriche e per la produzione di energie rinnovabili.

L’iniziativa I GIORNI DEL SUD si rivolge principalmente alla Campania ma coinvolge anche le altre regioni del Mediterraneo e dell’Italia che intendono investire in attività di digitalizzazione, dell’ICT applicata all’agricoltura, alla biotecnologia, allo spazio, allo sviluppo di tecnologie per monitorare l’ambiente, per recuperare il deficit di produzione di energie rinnovabili.

Escludendo quello alimentare e la pesca, è possibile investire nel settore dell’aerospazio e agricoltura biologica, biotecnologie, ICT, energie rinnovabili e trattamento rifiuti.

Le aziende italiane attualmente presenti in Tunisia hanno un accordo di libero scambio, che non riguarda il settore alimentare per preservare l’agricoltura locale e la distribuzione dei prodotti agroalimentari, tuttavia ci sono cinque catene di distribuzione di grandi dimensioni che promuovono i prodotti italiani.

L’intervento della dottoressa Iaricci ha segnato le basi per chi vuole investire in Tunisia, precisando che il mercato tunisino è aperto a tutte quelle attività di trasformazione dei prodotti, alla meccanizzazione, alla robotica, alla digitalizzazione e alle biotecnologie.

BOR, associata alla Territoriale Confindustria Caserta, è già presente in Tunisia dal 2011. La partecipazione al WEBINAR ci ha consentito di avere una panoramica approfondita sulle previsioni di crescita e sulle prospettive di investimento che non cadrà nell’oblio.

Nei giorni a seguire infatti faremo in modo di concordare una videoconferenza con la dottoressa Iaricci, che si è già detta disponibile a confrontarsi con le aziende che ne faranno richiesta, per poter delineare le premesse per ulteriori investimenti da avviare nell’ambito della digitalizzazione dei servizi tradizionalmente svolti sul posto e lo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale nel settore della sicurezza e dell’ICT.

Il WEBINAR: “I GIORNI DEL SUD” è stata un’opportunità per le aziende campane e per BOR soprattutto per prendere atto delle differenti possibilità di avviare o consolidare investimenti nei mercati esteri.

A ottobre è previsto un Incoming di operatori tunisini che visiteranno le aziende campane coinvolte nel processo di internazionalizzazione.

Entro giugno le aziende campane interessate a investire in Tunisia dovranno presentare i propri progetti, in modo tale da consentire all’Ufficio di Tunisi Agenzia ICE di comporre entro luglio una delegazione di operatori tunisini che sia in linea con i profili delle aziende interessate.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di Portierato e Guardiania Virtuale
Average rating:  
 0 reviews
Summary
I GIORNI DEL SUD: FOCUS TUNISIA VERSO L’INCOMING DI OTTOBRE
Article Name
I GIORNI DEL SUD: FOCUS TUNISIA VERSO L’INCOMING DI OTTOBRE
Description
“I GIORNI DEL SUD” quest’anno ha avuto luogo online. L’iniziativa rivolta a tutte le aziende italiane ha concentrato l’attenzione sulle potenzialità del Su...
Author
Publisher Name
BOR
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *