Via Caduti di Nassiriya, Santa Maria Capua Vetere
08231606898
info@borsecurity.it

Come proteggere un cantiere di lavori

Network di Servizi Tecnologici e Vigilanza

Come proteggere un cantiere di lavori

L’art. 109 del Decreto Legislativo n° 81, 9 aprile 2008 stabilisce che “il cantiere, in relazione al tipo di lavori effettuati, deve essere dotato di recinzione avente caratteristiche idonee ad impedire l’accesso agli estranei alle lavorazioni”.

L’articolo non fa menzione della tipologia e delle dimensioni delle recinzioni da adottare. La recinzione va intesa come sistema di confinamento che non soddisfi solo l’esigenza di regolamentare gli accessi alle aree, ma soprattutto funga da sistema di prevenzione e protezione dai rischi d’interferenza.

Come per tutti i luoghi di lavoro, già dalla fase di progettazione dell’area, i soggetti responsabili devono procedere ad un’attenta valutazione dei rischi, legati al concetto di sicurezza, in riferimento alla modalità operativa del cantiere.

Con il termine “cantiere” ci si riferisce ad una specifica area di lavoro, allestita temporaneamente per condurre lavori edili. All’interno del cantiere è possibile individuare diverse zone su cui oltre al fabbricato, sono presenti mezzi, attrezzature da lavoro, magazzini con materiali da costruzione, cavi, apparecchiature, uffici e impianti tecnologici.

Il Decreto Legislativo n° 81, 9 aprile 2008 ha riunito in un’unica normativa specifica l’insieme delle norme che sono state emanate la prima volta nel 1956, integrate successivamente dalle Linee Guida pubblicate da INAIL nel testo “La progettazione della sicurezza nel cantiere”, per colmare la mancanza della regolamentazione della prevenzione rischi e la pianificazione della sicurezza

Le recinzioni quindi servono a delimitare l’area di lavoro in riferimento alla necessità di prevenire e proteggere dai rischi e regolare l’accesso, impedendo l’ingresso ai “non addetti ai lavori”.

Spesso sono realizzate con reti temporanee e mobili in polietilene, metallo, ferro verniciato, plastica, pannelli zincati elettrosaldati, e sono integrate da segnalazioni luminose, cartelli e nastro adesivo recante l’avviso che l’area è interessata da lavori.

In alcuni casi se installate correttamente, vengono riciclate e quindi impiegate su più cantieri, ma sono veramente sufficienti a proteggere le aree da rischi di intrusione da parte dei “non addetti ai lavori”?

La presenza di barriere meccaniche e recinzioni minime fa dei cantieri edili, aree esposte a numerosi rischi, fra cui sicuramente spiccano il furto e l’incendio.

Raramente sono sorvegliati da personale, pertanto è molto diffuso il furto di carburante, cavi, materiali edili, mezzi da lavoro, attrezzature. Non da meno sono diffusi danneggiamenti alle aree di lavoro e l’incendio.

Puoi tranquillamente immaginare l’impatto che ha sul responsabile della gestione delle emergenze un evento intrusivo con furto, danneggiamenti e incendio, spesso ne consegue un’interruzione e quindi un ritardo sulla chiusura dei lavori, che si traduce in una grave perdita economica.

Molti hanno già attrezzato i cantieri con impianti di videosorveglianza e sistemi di allarme, ma questi rimedi tradizionali presentano una specifica caratteristica: sono statici e quindi eludibili, perché non controllati in tempo reale.

La sorveglianza di un custode sul posto è onerosa, perché richiede la gestione di costi di personale, la gestione di uno spazio dedicato e l’assunzione di tutte quelle misure destinate a garantire la sicurezza del custode e il riposo fisiologico, per un lasso di tempo che va mediamente dai tre ai dodici mesi. Tradotto in termini pratici, per l’imprenditore edile incaricato di svolgere i lavori, tutto questo rappresenta un bell’impegno!

BOR ha sviluppato un sistema di guardiania da remoto che consente di sorvegliare in tempo reale il cantiere, con un notevole risparmio per l’imprenditore sui costi di gestione del personale addetto alla sorveglianza, e con il vantaggio di poter avere una documentazione costante in live di tutti gli eventi che si verificano, da poter esibire anche in sede giudiziaria.

Il SISTEMA BOR consente di evitare intrusioni, danneggiamenti, incendi, allagamenti, sinistri e anomalie agli impianti tecnologici, perché vengono controllati in live da un custode virtuale connesso da una postazione remota della piattaforma tecnologica BOR.

I cantieri edili controllati da BOR possono vantare di una presenza costante in live da remoto che pratica il controllo e la gestione degli accessi alle aree di lavoro, con eventuale apertura e chiusura di barriere meccaniche, che in presenza di “non addetti ai lavori” pratica dissuasione a mezzo dell’apparato audio dell’impianto di monitoraggio, che informa il cliente in tempo reale di tutti gli eventi, che controlla l’efficienza tecnologica degli impianti h24.

La presenza del Custode Virtuale può essere attivata in determinate fasce orarie, secondo le preferenze del cliente. Durante l’erogazione del servizio di Guardiania Virtuale, il Custode BOR, rileva precocemente tutti gli eventi, le anomalie e i sinistri. In caso di emergenza ha divieto di allontanarsi dalla sua postazione remota, ma provvede ad avviare da remoto e in live i protocolli concordati con il cliente, per facilitare le manovre dei responsabili alla gestione delle emergenze.

Ti mostro un video di un evento rilevato domenica pomeriggio 2 febbraio 2020 su un cantiere edile a Caiazzo in provincia di Caserta.

L’individuo con il volto coperto da un cappuccio ha provato ad introdursi all’interno del cantiere per sottrarre carburante e attrezzi da lavoro.

Il Custode BOR, connesso in live dalla sua postazione remota, ne ha rilevato precocemente la presenza e ha provveduto ad allontanarlo avviando i protocolli concordati con il cliente.

Perché rischiare di essere vittima di furti, danneggiamenti e altri sinistri e anomalie se puoi avere anche tu il SISTEMA BOR?

Se ti è stato utile questo articolo condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sull’esclusivo servizio di portierato e guardiania virtuale che svolgiamo in Tele-presenza, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.
Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di Portierato e Guardiania Virtuale
Average rating:  
 0 reviews
Summary
Come proteggere un cantiere di lavori
Article Name
Come proteggere un cantiere di lavori
Description
La presenza di barriere meccaniche e recinzioni minime fa dei cantieri, aree esposte a numerosi rischi, fra cui sicuramente spiccano il furto e l’incendio.
Author
Publisher Name
BOR
Publisher Logo
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    wpChatIcon