Come prevenire l’assenteismo con un efficace sistema di controllo degli accessi

DiCarmelina Moccia

Come prevenire l’assenteismo con un efficace sistema di controllo degli accessi

Come prevenire l'assenteismo con un efficace sistema di controllo degli accessi

La Legge n. 56/2019 è stata approvata il 19 giugno 2019 e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

Cos’è la Legge n. 56/2019?


Anche conosciuta con il nome Legge Concretezza, la Legge 56/2019 è stata approvata dal Ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Buongiorno come misura per introdurre interventi per la concretezza delle azioni della Pubblica Amministrazione e prevenire il fenomeno dell’assenteismo negli enti pubblici. Molto discussa perché tra le altre misure introdotte per la disciplina e l’organizzazione della PA, tra cui anche la videosorveglianza negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia, introduce l’obbligo per 210 mila ATA di rilevazione delle presenze mediante sistemi biometrici e videosorveglianza. Fai click qui per approfondire l’argomento dei lettori biometrici.

Cosa prevede la Legge n. 56/2019?

In sintesi ti elenco le più importanti novità:

  • Istituzione del “Nucleo della Concretezza”, mediante 53 unità addette al controllo del corretto funzionamento delle amministrazioni, mediante visite e sopralluoghi, abilitate a suggerire misure correttive.
  • Misure di contrasto dell’assenteismo.
  • Procedure per accelerare il ricambio generazionale delle PA.

L’art. 1 della Legge 56/2019 stabilisce che per verificare l’osservanza dell’orario di lavoro, le amministrazioni pubbliche devono adottare sistemi di verifica biometrica dell’identità e di videosorveglianza, che andranno a sostituire i badge. Sono esclusi dall’identificazione biometrica le forze dell’ordine, la magistratura, i prefetti e i docenti. Le modalità di controllo biometrico dei dirigenti scolastici, cui saranno sottoposti, saranno stabiliti in concertazione tra il Ministro della PA e il MIUR.

La rilevazione delle presenze nella PA, come ben sai, attualmente è affidata a sistemi di rilevazione automatica. La necessità di introdurre sistemi di verifica biometrica nasce dal diffondersi del fenomeno dell’assenteismo.

Avrai sicuramente appreso la notizia diffusa qualche settimana fa, di alcuni dipendenti di un comune in provincia di Catania che mandavano i figli minori a timbrare la presenza, mentre si dedicavano ad altre attività.

Le “misure di contrasto dell’assenteismo” previste dalla Legge 56/2019 cercano di dare una risposta concreta ad un fenomeno che pesa sui conti dell’Amministrazione Pubblica.

La combinazione di sistemi biometrici a sistemi di videosorveglianza garantirà l’efficacia dei controlli. Se al sistema di videosorveglianza tradizionale viene integrata la tecnologia si potrà addirittura contare sulla presenza remota di un addetto ai controlli, che sorveglia in live che la verifica della presenza con l’identificazione avvenga correttamente.

Il controllo e la gestione degli accessi praticato in Tele-presenza da BOR, consente di procedere all’identificazione del personale in tempo reale e previene il fenomeno dell’assenteismo, come auspicato dal Ministro della PA. Grazie alla combinazione della tecnologia e alla presenza di un operatore connesso in live da remoto si potrà controllare che non avvengano anomalie e sinistri e tutti gli eventi degni di attenzione saranno documentati e disponibili per l’esibizione in sede giudiziaria per comprovare l’eventuale estraneità/colpevolezza.

Attualmente il testo è all’esame del Garante della Privacy e poi passerà alla Conferenza Unificata e al Consiglio di Stato per i pareri.

Secondo il presidente dell’Anief la Legge 56/2019 comporterà notevoli costi per l’installazione innanzitutto dei sistemi e successivamente per l’assistenza e la manutenzione degli stessi, senza considerare poi la violazione della privacy dei dipendenti tenuti ad identificarsi con i nuovi sistemi, che si verrebbe a delineare.

Tu che ne pensi, ritieni sia giusto identificarsi con la propria impronta o la consideri una violazione della tua privacy?

Non credi che la Legge n. 56/2019 possa essere una giusta misura di contrasto dell’assenteismo?

Il sistema di identificazione biometrica per i 210 mila ATA e dirigenti scolastici sarà in vigore con tutta probabilità dal prossimo anno scolastico 2020/2021. Fino ad allora non ti resta che seguire gli eventuali aggiornamenti del caso, oppure puoi contattarci per sapere di più sul tipo di servizio di controllo degli accessi che pratichiamo in Tele-presenza per aziende, privati ed istituzioni.

Intanto ti suggerisco di iscriverti alla Newsletter per non perdere nessun articolo. Alla prossima!

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di sorveglianza per privati, ditte e istituzioni
Average rating:  
 0 reviews
Condividi

Info sull'autore

Carmelina Moccia administrator

Web Master, Seo Copywriter. Ha pubblicato Irene ha sempre freddo (Edizioni Progetto Cultura, 2013), Difesa a zona (articolo giornalistico, finalista alla xiv edizione del Premio nazionale Maria Santoro, 2013), Fuori dal limite (nell’antologia di racconti Il tempo dell’assenza, Edizioni Spartaco, 2015), Dietro una porta (nell'antologia di racconti Parole in viaggio, Edizioni Spartaco, 2017). Menzione d’onore per la prosa al Premio letterario Valentina per l’opera La finestra sul freddo viale d’inverno e al Premio Giovane Holden per l’opera Donne Pericolose. Ha pubblicato Bit alla scoperta del codice ascii (Progetto Cultura, 2011), Il topolino bianco e Ti stringo forte al cuore (Fara Editore, 2012), Non smetto di sperare (Fara Editore, 2014). Ha partecipato a quattro laboratori di scrittura creativa organizzati dalla casa editrice Spartaco e condotti da G. Graziano, durante i quali ha composto numerosi racconti. Partecipa al laboratorio di scrittura creativa Di lama e di trama, tenuto dalla scrittrice Antonella Cilento, finalista Premio Strega 2014, fondatrice e direttrice di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, e organizzato dalla casa editrice Spartaco.

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp