fbpx
Via Caduti di Nassiriya, Santa Maria Capua Vetere
08231606898
info@borsecurity.it

Come garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro?

Network di Servizi Tecnologici e Vigilanza

Come garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro?

Stabilire quali sono i luoghi considerati “ambienti di lavoro” è fondamentale per poter poi analizzare i rischi cui sono esposti e valutare le possibili misure per prevenire sinistri e anomalie legate alla particolare attività lavorativa che vi si svolge, e alla configurazione strutturale dell’ambiente e garantirne la sicurezza.

Tutti gli ambienti in cui si svolge un’attività prestazionale sono considerati luoghi di lavoro e sono sottoposti alle regole previste dal Testo unico sulla sicurezza, fanno eccezione i mezzi di trasporto, i cantieri, le industrie estrattive, i pescherecci e aree boschive che sono regolamentati da norme speciali.

I locali sotterranei o semi sotterranei sono sottoposti a particolari verifiche da parte dell’ASL per l’autorizzazione all’impiego quale luogo di lavoro, a condizione che il datore di lavoro abbia predisposto tutte le misure adeguate per rendere gli ambienti vivibili.

Il testo unico sulla sicurezza del 2008 prevede per il datore di lavoro l’obbligo di garantire i massimi livelli di sicurezza dei luoghi di lavoro.

Gli è fatto obbligo di assicurare il libero accesso alle vie di fuga, di mantenere i locali puliti e salubri e controllare che i presidi di sicurezza siano sottoposti regolarmente a manutenzione e siano funzionanti.

In relazione al particolare luogo in cui si svolge la prestazione lavorativa ne conseguono rischi diversi. Non a caso è obbligo del datore di lavoro di redigere il documento di valutazione rischi.

Come abbiamo visto in un precedente articolo (fai clic qui per approfondire) il documento di valutazione rischi contiene l’elenco di tutte le criticità rilevate dal datore di lavoro nell’esercizio della sua impresa, e le relative misure di prevenzione già adottate per fornire un’adeguata formazione del personale e dispositivi di protezione individuale, e le misure idonee a garantire la sicurezza dei lavoratori.

I rischi di cui bisogna tener conto possono essere distinti come di seguito elencato:

  • Rischi generici,
  • Rischi ergonomici,
  • Rischi Specifici,
  • Rischi di processo,
  • Rischi Organizzativi.

Molti rischi sono legati alla postura assunta dai dipendenti nello svolgimento della propria prestazione, alla condotta e ai malfunzionamenti dei dispositivi e degli impianti che possono dar luogo a sinistri che mettono a serio rischio l’incolumità delle persone.

La sicurezza sui luoghi di lavoro è argomento di discussione molto vasto che interessa in modo specifico il mondo del lavoro, che coinvolge datori di lavoro e dipendenti, e rappresenta una materia in continua evoluzione.

Le normative subiscono integrazioni in base agli eventi e sinistri che si verificano e le casistiche di incidenti aumentano e mutano, imponendo l’attenzione sulle misure da adottare per prevenire i rischi.

La prevenzione gioca un ruolo essenziale, ma l’incidenza di eventi accidentali combinati a circostanze imprevedibili purtroppo genera ancora incidenti sul lavoro che sono causa di decessi, alimentando la spiacevole sensazione che il mondo del lavoro non sia adeguatamente regolato.

Viene da chiedersi allora cos’è che manca affinché le disposizioni di legge risultino efficaci.

A volte basta poco, anche un piccolo dettaglio, a cambiare l’esito di un evento… certamente la valutazione degli ambienti di lavoro può incidere notevolmente sull’efficacia delle misure per la sicurezza, ma la vita ci insegna che c’è sempre una variabile da tenere in conto: il libero arbitrio.

Ogni anno i datori di lavoro impiegano una notevole quantità di risorse economiche per l’approvvigionamento di dispositivi di sicurezza indossabili, ma sai quanti dipendenti veramente li indossano?

L’emergenza sanitaria da Coronavirus ha fatto nascere nuove esigenze in materia di sicurezza legate ai rischi di contaminazione biologica e alla possibilità di contrarre il Covid-19 in luoghi non adeguatamente igienizzati e regolati da misure di distanziamento e contingentazione.

Sai quanti lavoratori indossano responsabilmente i presidi di protezione individuale e seguono le procedure per limitare la diffusione del contagio, lamentando poi di aver contratto la malattia sui luoghi di lavoro?

L’art. 42, comma 2 del Decreto Cura Italia equiparava il contagio biologico all’infortunio sul lavoro, innescando a carico del datore di lavoro una catena di responsabilità eccessiva.

Il disegno di legge “Liquidità” contiene un emendamento che stabilisce che i datori di lavoro che hanno ottemperato a tutte le prescrizioni e sono in regola con i protocolli di sicurezza stabiliti per contenere la diffusione del contagio biologico non sono ritenuti automaticamente responsabili dell’eventuale contagio del dipendente che ha contratto il Covid-19.

Fai clic qui per approfondire l’argomento.

Il datore di lavoro è responsabile della sicurezza dei luoghi, ed è tenuto ad adottare tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza e la tutela della salute dei dipendenti, a prevenire o ridurre i rischi di sinistri, anomalie e incidenti.

Tra le misure adottabili per il controllo tecnologico degli impianti, per il controllo e la gestione accessi da parte di personale non autorizzato ad ambienti ad alto rischio di contaminazione, per l’adeguamento tecnologico degli impianti antincendio, per il monitoraggio di specifiche aree, per la sicurezza da intrusioni, la TELEPRESENZA BOR è l’unica soluzione che, con un solo servizio fruibile in tempo reale, riesce a garantire la sicurezza dei luoghi di lavoro, il benessere psicofisico dei dipendenti, la tranquillità ambientale, il monitoraggio dell’efficienza tecnologica delle misure di prevenzione, l’aumento del fatturato.

Il datore di lavoro che decide di dotare i suoi ambienti di lavoro di un impianto di monitoraggio BOR sceglie di prevenire incendi e allagamenti, sinistri e anomalie, il cattivo funzionamento dei sistemi, di garantire la sicurezza e l’incolumità dei dipendenti, di disporre di una documentazione in tempo reale degli eventi e delle anomalie da mostrare anche in sede giudiziaria per provare la propria estraneità a infortuni, incidenti e sinistri.

L’aumento del fatturato è una diretta conseguenza del benessere psicofisico dei dipendenti che non si sentiranno più minacciati da insidie esterne mentre sono impegnati nei turni di notte.

Insieme all’adozione di altre misure il datore di lavoro che installa un impianto di monitoraggio BOR ottempera a tutte le prescrizioni ed è in regola con i protocolli di sicurezza.

Adeguare i luoghi di lavoro alle prescrizioni è un segno di rispetto verso la vita.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di Portierato e Guardiania Virtuale
Average rating:  
 0 reviews
Summary
Come garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro?
Article Name
Come garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro?
Description
Il datore di lavoro è responsabile della sicurezza dei luoghi, ed è tenuto ad adottare tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza e la tutela dei...
Author
Publisher Name
BOR
Publisher Logo
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *