Come funziona l’impianto per la rilevazione degli incendi

DiCarmelina Moccia

Come funziona l’impianto per la rilevazione degli incendi

Come funziona l’impianto per la rilevazione degli incendi

Le Linee Guida Regionali prescrivono l’obbligo di adeguamento per gli impianti di prevenzione antincendio con apparecchiature tecnologiche ad alta risoluzione che, grazie alla tecnologia di analisi video, sono in grado di rilevare precocemente gli incendi.


La “rilevazione precoce” è garantita dal software di analisi video che è in grado di distinguere un evento sospetto e innescare una precisa risposta per riportare nella normalità i valori di riferimento.

Le Linee Guida Regionali prescrivono che la rilevazione degli incendi avvenga per mezzo di impianti di monitoraggio, altamente tecnologici, controllati h24 da remoto e in tempo reale.

Come avviene il monitoraggio dell’impianto

Il monitoraggio costante dell’impianto è affidato alla supervisione di un operatore di telecontrollo che da remoto, grazie all’osservazione dei valori indicati sui monitor rilevati dall’impianto, è in grado di avviare le procedure di emergenza necessarie ad attivare gli organi preposti alla gestione dell’incendio.

L’impianto di monitoraggio, grazie all’impiego del software di analisi video, riesce a rilevare e classificare le anomalie, consentendo agli operatori addetti al controllo dei valori riportati su particolari monitor di valutare “solo gli eventi degni di attenzione” e avvisare gli amministratori e gli organi preposti alla gestione dell’emergenza.

L’operatore addetto alla supervisione dell’impianto, ha divieto di allontanarsi dalla Sala di Monitoraggio, il suo compito si esaurisce nel momento in cui, grazie alla tecnologia, riesce a rilevare la situazione di pericolo e ne dà notizia ai soggetti incaricati di gestire l’evento.

Il monitoraggio dell’impianto antincendio consente anche di rilevare anomalie di funzionamento e di poter quindi contare sull’efficienza delle apparecchiature. Questo significa che se un’apparecchiatura non è efficiente l’operatore ne rileva immediatamente l’inefficienza e ne dà segnalazione agli amministratori del sito e ai tecnici per l’assistenza.

L’integrazione della tecnologia termografica consente di:

  • rilevare qualsiasi variazione termica in qualsiasi circostanza;
  • rilevare precocemente incendi o intrusioni;
  • prevenire danni e garantire l’incolumità pubblica.

Adeguare l’impianto di protezione antincendio con apparecchiature altamente tecnologiche fornite e controllate h24 in Tele-presenza da BOR rappresenta attualmente l’unico modo che hai per prevenire incendi, danni alla struttura e all’ambiente.

BOR è l’unica azienda in Italia in grado di offrire una soluzione altamente tecnologica, come richiesto dalle Linee Guida Regionali, adatta a controllare perimetralmente da remoto i siti di trattamento di rifiuti e ad adeguare gli impianti.

Gli impianti di monitoraggio BOR sono programmati appositamente per rilevare in tempo reale qualsiasi anomalia e sinistro. La presenza di operatori che supervisionano l’impianto garantisce la tempestività dell’intervento.

Cosa ha di speciale il SISTEMA BOR?

Il vero punto di forza del sistema BOR è il Connubio Tecnologia/Uomo!

Dotare un’azienda di impianto di prevenzione antincendio sprovvisto di controllo da remoto in tempo reale non garantisce gli stessi risultati del SISTEMA BOR.

La peculiarità del sistema di monitoraggio è la presenza costante di operatori addetti alla supervisione da remoto e in live degli impianti con la tecnologia della Tele-presenza.

Come funziona l’impianto di rilevazione incendi

L’impianto di monitoraggio BOR è dotato di apparecchiature/telecamere IP con intelligenza artificiale gestite da un software di analisi video che consente di rilevare in tempo reale, da remoto, le anomalie e i sinistri e intervenire per ripristinare i valori di riferimento.

Se ti è stato utile questo articolo, aggiungi un commento, scrivi una recensione o condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sull’impianto di monitoraggio per la rilevazione precoce delle anomalie, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo

È possibile ricevere le notizie del momento da BOR di BUCCIERO GIOVANNI sede legale Via V. Emanuele II COOP. Antinea, 6 S 81055 MARIA CV CE - Italia - tramite la nostra newsletter utilizzando il vostro indirizzo di posta elettronica per l'invio della newsletter. L’iscrizione alla newsletter è volontaria e l’associata elaborazione dei dati avviene sulla base del vostro consenso, ai sensi dell'art. 6, par. 1 (a) del GDPR.
· invio di newsletter a mezzo posta elettronica o SMS o fax, da parte di BOR DI BUCCIERO GIOVANNI.
L'eventuale rifiuto nel consentire il trattamento dei dati comporta l'impossibilità di ricevere newsletter;
Avete il diritto e la possibilità di essere tolti dalla lista di distribuzione per cancellare l’iscrizione alla newsletter stessa, in qualsiasi momento. Basterà semplicemente inviare un'e-mail a info@borsecurity.it          

Ho letto e accetto i termini e le condizioni


Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di sorveglianza per privati, ditte e istituzioni
Average rating:  
 0 reviews
Condividi

Info sull'autore

Carmelina Moccia administrator

Web Master, Seo Copywriter. Ha pubblicato Irene ha sempre freddo (Edizioni Progetto Cultura, 2013), Difesa a zona (articolo giornalistico, finalista alla xiv edizione del Premio nazionale Maria Santoro, 2013), Fuori dal limite (nell’antologia di racconti Il tempo dell’assenza, Edizioni Spartaco, 2015), Dietro una porta (nell'antologia di racconti Parole in viaggio, Edizioni Spartaco, 2017). Menzione d’onore per la prosa al Premio letterario Valentina per l’opera La finestra sul freddo viale d’inverno e al Premio Giovane Holden per l’opera Donne Pericolose. Ha pubblicato Bit alla scoperta del codice ascii (Progetto Cultura, 2011), Il topolino bianco e Ti stringo forte al cuore (Fara Editore, 2012), Non smetto di sperare (Fara Editore, 2014). Ha partecipato a quattro laboratori di scrittura creativa organizzati dalla casa editrice Spartaco e condotti da G. Graziano, durante i quali ha composto numerosi racconti. Partecipa al laboratorio di scrittura creativa Di lama e di trama, tenuto dalla scrittrice Antonella Cilento, finalista Premio Strega 2014, fondatrice e direttrice di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, e organizzato dalla casa editrice Spartaco.

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp