fbpx
Via Caduti di Nassiriya, Santa Maria Capua Vetere
08231606898
info@borsecurity.it

Come è punito il furto di identità digitale?

Come è punito il furto di identità digitale

La frequenza con cui si verifica il furto di identità digitale ha reso necessario l’intervento del legislatore per integrare l’art.640 ter del Codice Penale della pena prevista per chi commette il delitto di frode informatica aggravata dal furto di identità digitale.

L’art. 640 ter del Codice Penale contempla il delitto di frode informatica, stabilendo che chiunque alteri in qualsiasi modo il funzionamento di un sistema informatico o telematico o interviene senza averne diritto su dati, informazioni o programmi contenuti in un sistema informatico o telematico, procurando a sé stesso o ad altri un ingiusto profitto a danni di altri, è punito con reclusione e multa.

La misura con cui viene applicata la pena dipende dalla gravità e dalle modalità con cui il reato viene commesso.

Il delitto di frode informatica è punibile su querela della persona offesa, con reclusione da due a sei anni e multa da euro 600 a euro 3mila se è aggravata dal furto o indebito utilizzo dell’identità digitale di uno o più soggetti.

L’esempio tipico di frode informatica aggravata da furto di identità digitale è l’uso di carta di credito clonata, per effetto del quale un soggetto subisce danni patrimoniali causati dall’hacker che viola i sistemi informatici dell’istituto di credito dove sono depositati i suoi averi.

È evidente che alla frode informatica con furto di identità digitale in questo caso corrisponde una diminuzione patrimoniale, e pertanto il delitto è punito con reclusione e multa.

Qualora non ci fosse una diminuzione patrimoniale, ma soltanto un’offesa all’onore e alla reputazione della vittima, la pena prevista dall’art. 640 ter c.p. non è applicabile.

Cosa bisogna fare se si scopre che la carta di credito è stata clonata?

È buona abitudine custodire la carta di credito separatamente dal codice PIN richiesto per autorizzare le transazioni. Sarebbe altrettanto auspicabile che i negozianti richiedessero di poter visionare un documento di riconoscimento all’atto del pagamento con carta di credito, per appurare che il possessore sia l’intestatario effettivo.

Fatta questa premessa è bene sapere che, nel momento in cui ci si rende conto che la carta di credito è stata clonata, è opportuno bloccare immediatamente la carta ed esporre denuncia alle autorità competenti.

Se ti è stato utile questo articolo condividilo con i tuoi contatti. Se invece desideri informazioni più dettagliate sull’esclusivo servizio di portierato e guardiania virtuale che svolgiamo in Tele-presenza, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Servizio di Portierato e Guardiania Virtuale
Average rating:  
 0 reviews
Summary
Come è punito il furto di identità digitale?
Article Name
Come è punito il furto di identità digitale?
Description
La frequenza con cui si verifica il furto di identità digitale ha reso necessario l’intervento del legislatore per integrare l’art.640 ter del Codice Penal...
Author
Publisher Name
BOR
Publisher Logo
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *