Sistema di videosorveglianza integrata per la sicurezza urbana

Sistema di videosorveglianza integrata per la sicurezza urbana

strada di notte

Il 22 giugno 2018 l’ISTAT ha pubblicato un comunicato stampa  che contiene i risultati dell’indagine condotta su donne, uomini e anziani sulla sicurezza in Italia, riferito agli anni 2015-2016.


La domanda principale cui hanno risposto i cittadini riguardava la percezione di sicurezza provata nelle uscite serali. La maggior parte delle donne in buona percentuale in accordo con gli anziani si sono espresse in maniera negativa, asserendo di sentirsi poco protette.

La sicurezza per strada di sera rimane una preoccupazione nonostante la legge Minniti metta a disposizione dei Comuni e delle Prefetture fondi per la progettazione e realizzazione di sistemi di videosorveglianza integrata per garantire la sicurezza urbana, da collocare nelle aree più a rischio.

Contrastare le forme di illegalità e garantire la sicurezza urbana si dimostra essere una priorità che presa in considerazione nel modo giusto può avere effetti deterrenti contro fenomeni delinquenziali legati a diversi fattori sociali.

Un’istantanea della situazione quella pubblicata dall’ISTAT, che conferma ciò che normalmente si avverte nel quotidiano. La sicurezza è ancora un obiettivo da raggiungere. Sentirsi poco sicuri per strada è una delle tante conseguenze di un cambiamento che da diversi anni ci coinvolge e ci priva della serenità di godere del nostro tempo libero, senza preoccuparci della nostra incolumità o di quella dei nostri cari.

Stando ai dati diffusi dall’ISTAT il 60% degli intervistati è maggiormente preoccupato di subire furti nelle abitazioni, il 40% di subire rapine e aggressioni, il 37% è preoccupato di subire il furto dell’auto e il 28,7% teme di subire una violenza sessuale.

Nel febbraio 2018 Infodata  ha pubblicato un grafico che rappresenta le aree con maggiore incidenza di denunce per furti.

Rimini è la città con la percentuale di denunce per rapine più alta, quella con la percentuale di denunce per rapine più bassa è invece Oristano.

Secondo lo stesso grafico, Aosta è la città con una percentuale più alta di denunce per furti in abitazioni, all’opposto c’è Crotone.

Risultati questi che sovvertono i luoghi comuni e ci restituiscono un’istantanea dell’Italia, nella quale appare chiaro che la maggiore percentuale di criminalità non è concentrata al sud.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo


Condividi

Info sull'autore

admin administrator

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp