Impianti di allarme e domotica per proteggere la casa, l’ufficio o l’azienda

Impianti di allarme e domotica per proteggere la casa, l’ufficio o l’azienda

domotica e intelligenza artificiale

Avrai sicuramente già sentito parlare di IoT l’Internet of Things: cioè l’utilizzo di internet per il controllo da remoto dei dispositivi presenti nella tua casa, nel tuo ufficio o nella tua azienda.


Forse ti è ancora più familiare il termine Domotica: la scienza che studia le tecnologie rivolte a migliorare la vivibilità della casa e altri ambienti, a favorire l’efficientamento energetico, a convertire i vecchi impianti.

Entrambi comunque esprimono il concetto di sistema di controllo centralizzato degli ambienti, attuabile attraverso un’interfaccia utente che riceve comandi attraverso pulsanti, telecomandi, touch screen, tastiere e riconoscimento vocale, codifica le informazioni ricevute dai singoli dispositivi in messaggi e le traduce in azioni per la gestione autonoma e automatica dell’illuminazione, il riconoscimento automatico di un’assenza prolungata, la rilevazione di disfunzioni, l’apertura e la chiusura di porte, persiane, la regolazione della temperatura, tanto per dirne alcune.

Lo standard mondiale per il controllo delle abitazioni e dei grandi edifici, su cui si basa il funzionamento dei sensori, attuatori, apparecchi di sistema e mezzi di trasmissione è KNX, che consente la compatibilità e l’interazione di più dispositivi e supporta diversi tipi di configurazione.

Ogni componente, che sia un sensore di movimento, di temperatura, di illuminazione, rileva l’informazione specifica per cui è stato congeniato e sviluppato, la codifica in messaggio e la traduce in azione. Lo standard KNX ne garantisce la qualità.

Se hai deciso di convertire i tuoi vecchi impianti e rendere i tuoi spazi più intelligenti, accertati che l’impianto abbia la certificazione dello standard KNX.

Ogni dispositivo, come puoi ben immaginare è gestito da un software di rilevazione e analisi, configurabile secondo le tue preferenze.

Perché dovrei installare un sistema di controllo centralizzato?

Il controllo centralizzato degli ambienti ti consente di controllare la casa, regolare la temperatura, monitorare gli ambienti per evitare intrusioni, ridurre i consumi energetici, il tutto attraverso un dispositivo di tua scelta, PC, Tablet o Smartphone, da remoto…

Cosa garantisce il sistema di controllo centralizzato?

In un ambiente domotizzato controllato da remoto, tutti dispositivi interagiscono tra loro, garantendo sicurezza, efficienza e teleassistenza. Potrai ricevere comunicazione visiva di tutte le rilevazioni effettuate dai dispositivi e le azioni compiute direttamente sui tuoi dispositivi, per un controllo immediato.

Se ancora non ti è chiaro il vantaggio… potrai ricevere la teleassistenza per eventuali danni o disfunzioni che dovessero capitare: la rilevazione della presenza di fumo ti informa sul possibile sviluppo di incendio, ad esempio, o la rilevazione di presenze indesiderate, per la tua sicurezza e delle persone che ami.

La legge di bilancio 2018 ti offre la possibilità di domotizzare la tua abitazione, il tuo ufficio o la tua azienda beneficiando dell’agevolazione fiscale del 65% prevista dall’ecobonus domotica. A differenza del Bonus Sicurezza, anche le società di persone e di capitali, i titolari di partita IVA esercenti arti e professioni, possono beneficiare dell’ecobonus domotica per installare dispositivi per il controllo da remoto del riscaldamento, climatizzazione e produzione dell’acqua calda.

Se ti è piaciuto questo articolo, aggiungi un commento o condividi con noi la tua esperienza. Se invece desideri informazioni più dettagliate sul servizio di guardiania a distanza per la tua azienda, ufficio o abitazione, contattaci e richiedi una consulenza gratuita

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo


Condividi

Info sull'autore

Carmelina Moccia administrator

Web Master, Seo. Ha pubblicato Irene ha sempre freddo (Edizioni Progetto Cultura, 2013), Difesa a zona (articolo giornalistico, finalista alla xiv edizione del Premio nazionale Maria Santoro, 2013), Fuori dal limite (nell’antologia di racconti Il tempo dell’assenza, Edizioni Spartaco, 2015), Dietro una porta (nell'antologia di racconti Parole in viaggio, Edizioni Spartaco, 2017). Menzione d’onore per la prosa al Premio letterario Valentina per l’opera La finestra sul freddo viale d’inverno e al Premio Giovane Holden per l’opera Donne Pericolose. Ha pubblicato Bit alla scoperta del codice ascii (Progetto Cultura, 2011), Il topolino bianco e Ti stringo forte al cuore (Fara Editore, 2012), Non smetto di sperare (Fara Editore, 2014). Ha partecipato a quattro laboratori di scrittura creativa organizzati dalla casa editrice Spartaco e condotti da G. Graziano, durante i quali ha composto numerosi racconti. Partecipa al laboratorio di scrittura creativa Di lama e di trama, tenuto dalla scrittrice Antonella Cilento, finalista Premio Strega 2014, fondatrice e direttrice di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, e organizzato dalla casa editrice Spartaco.

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp