Come progettare una casa sicura

Come progettare una casa sicura

Come progettare una casa sicura

Se hai in progetto di mettere su famiglia, prima di tutto, pensa alla sicurezza di chi ami... progetta una casa sicura.

Non è un messaggio promozionale, è un suggerimento.


Di solito quando si progetta un matrimonio si pensa al ricevimento, al servizio fotografico per il giorno delle nozze, all’allestimento degli interni della casa, alla ristrutturazione degli spazi che saranno il nido dove cresceranno tutti gli altri progetti… poche volte si pensa alla sicurezza, alla progettazione vera e propria di una casa sicura, che sia anche a prova di ladro.

Qualcuno dice che per preparare una casa occorrono sette lunghi anni. La progettazione ti può aiutare ad interpretare il concetto di casa sicura e ad ottimizzare i tempi.

Sia che tu faccia una progettazione con l’utilizzo di software dedicati, sia che proceda con la tradizionale carta e penna, è bene pensare prima di tutto alla sicurezza di chi ami.

Non perdere di vista un concetto importante: la casa sarà l'incubatrice di tutti i tuoi progetti importanti. Il luogo sicuro dove rifugerai quando fuori sarà tutto difficile.

Immagina di sentirti violato nei tuoi spazi, nella tua intimità… è destabilizzante sapere che qualcuno è entrato dove tu hai improntato il centro dei tuoi interessi, dove vivono i tuoi figli.

Quando si comincia a progettare casa, si è portati a dare importanza all’estetica, al design degli interni e degli esterni. È importante invece comprendere che la progettazione della casa deve essere finalizzata anche alla sicurezza, intesa in senso ampio, a cominciare dalla collocazione delle prese elettriche, agli angoli, alla collocazione delle sostanze che possono rivelarsi tossiche e farmaci, alla disposizione di scale, mobili e infissi. Non è detto che ciò che è bello esteticamente sia anche sicuro.

Il giardino   annesso alla casa può diventare un luogo pericoloso, facilmente violabile da parte di malintenzionati, se non provvisto di apposite misure di sicurezza.

Cosa occorre predisporre?

Per prima cosa quando predisponi le prese elettriche, pensa all’uso che ne farai in futuro. Immagina i possibili punti di alimentazione degli elettrodomestici e telecamere. Quando avrai dei bambini farai in modo che siano munite di apposita protezione.

Gli angoli di tavolini, carrelli, scrivanie, possono essere coperti da protezioni che puoi acquistare in rete, quando ti nasce l’esigenza.

Colloca i pensili destinati alle sostanze tossiche e ai farmaci nella parte alta della parete, in modo che non possa raggiungerli un bambino.

Chiudi le scale con appositi cancelletti di sicurezza.

Munisci le finestre di serramenti blindati.

Installa un impianto di allarme, meglio se composto da sensori e telecamere. Hai tempo fino al 31 dicembre per installare un sistema anti-intrusione e usufruire dell’agevolazione fiscale prevista dalla legge di bilancio 2018 per l’installazione o l’ammodernamento dell’impianto di videosorveglianza.

Puoi portare in detrazione le spese per il sopralluogo, la progettazione, l’acquisto e l’installazione di apparecchiature collegate a centrali di sorveglianza, (leggi come)  oppure puoi scegliere di domotizzare la tua casa usufruendo della detrazione del 65% prevista dall’ecobonus domotica.

Ogni anno il governo si impegna per tutelare la sicurezza dei cittadini e favorire chi installa dispositivi per l’efficientamento energetico delle strutture, promuovendo agevolazioni fiscali. Approfittane e rivolgiti a installatori certificati che possano aiutarti in fase di progettazione.

Non improvvisare. L’improvvisazione può essere molto pericolosa. Se ti affidi al fai da te, potresti installare un impianto che non funziona efficacemente, potrebbe non informarti dell’evento intrusivo e mettere a rischio la sicurezza dei tuoi affetti.

Rendi la tua casa sicura con il rivoluzionario servizio di portierato a distanza BOR. Rivolgiti a professionisti esperti del settore per progettare la tua casa sicura. Contattaci per una consulenza gratuita e per ricevere un sopralluogo  per definire un preventivo per un impianto di monitoraggio controllato da remoto.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo


Condividi

Info sull'autore

Carmelina Moccia administrator

Web Master, Seo. Ha pubblicato Irene ha sempre freddo (Edizioni Progetto Cultura, 2013), Difesa a zona (articolo giornalistico, finalista alla xiv edizione del Premio nazionale Maria Santoro, 2013), Fuori dal limite (nell’antologia di racconti Il tempo dell’assenza, Edizioni Spartaco, 2015), Dietro una porta (nell'antologia di racconti Parole in viaggio, Edizioni Spartaco, 2017). Menzione d’onore per la prosa al Premio letterario Valentina per l’opera La finestra sul freddo viale d’inverno e al Premio Giovane Holden per l’opera Donne Pericolose. Ha pubblicato Bit alla scoperta del codice ascii (Progetto Cultura, 2011), Il topolino bianco e Ti stringo forte al cuore (Fara Editore, 2012), Non smetto di sperare (Fara Editore, 2014). Ha partecipato a quattro laboratori di scrittura creativa organizzati dalla casa editrice Spartaco e condotti da G. Graziano, durante i quali ha composto numerosi racconti. Partecipa al laboratorio di scrittura creativa Di lama e di trama, tenuto dalla scrittrice Antonella Cilento, finalista Premio Strega 2014, fondatrice e direttrice di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, e organizzato dalla casa editrice Spartaco.

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp