Assegnati 400 milioni ai Piccoli Comuni per la sicurezza

Assegnati 400 milioni ai Piccoli Comuni per la sicurezza

Assegnati 400 milioni ai Piccoli Comuni per la sicurezza

Il Ministero dell’Interno il 10 gennaio 2019 ha assegnato 400 milioni ai piccoli comuni per investimenti destinati alla sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale.


La misura dei contributi varia in base alla popolazione del comune:

  • ai comuni con una popolazione inferiore a 2000 abitanti spettano € 40.000;
  • ai comuni con una popolazione tra 2000 e 5000 abitanti spettano € 50.000;
  • ai comuni con una popolazione tra 5001 e 10000 abitanti spettano € 70.000;
  • ai comuni con una popolazione tra 10001 e 20000 abitanti spettano € 100.000.

Per ottenere l’assegnazione del contributo non è richiesta presentazione di specifica istanza, perché già assegnati in base alla fascia di popolazione, basta iniziare i lavori entro il 15 maggio 2019.

Il contributo sarà corrisposto nella misura del 50 per cento entro il 15 maggio 2019 e il restante 50 per cento a trasmissione del certificato del collaudo rilasciato dal direttore dei lavori. Presupposto per l’erogazione della prima metà del contributo è l’inizio dei lavori. La verifica dell’avvio ed esecuzione dei lavori sarà esercitata attraverso il sistema di monitoraggio delle opere pubbliche della Banca dati delle pubbliche amministrazioni. Il comune beneficiario è tenuto a comunicare entro il 15 maggio 2019 il codice identificativo di gara relativamente all’intervento oggetto di finanziamento sul sistema di monitoraggio, pena la revoca del contributo. L’ente beneficiario potrà stabilire a quali interventi e lavori dare priorità.

La comunicazione della data di esecuzione dei lavori per la realizzazione di opere pubbliche deve essere inoltrata al Ministero dell’Interno attraverso la compilazione dell’informazione presente nel sistema informativo di monitoraggio gare dell’ANAC.

Entro il 20 febbraio 2019 il Ministero dell’economia e delle finanze trasmetterà ad ogni comune interessato, a mezzo posta certificata, specifiche indicazioni operative per la corretta compilazione delle informazioni necessarie alla verifica dell’inizio di esecuzione dei lavori.

Quali sono gli interventi attuabili grazie al contributo

Sono finanziabili gli interventi di asfaltatura, di realizzazione di rotatorie e piste ciclabili, di rifacimento di segnaletica e guardrail che costituiscono manutenzione straordinaria finalizzata a scongiurare rischi per l’incolumità pubblica e aggravi per il bilancio dell’ente a seguito a richieste di risarcimento danni, sono comprese le opere pubbliche e le opere di messa in sicurezza del patrimonio comunale, cimitero, scuole, palazzetto.

Sono esclusi dal finanziamento gli interventi di manutenzione ordinaria, l’acquisto di beni e gli interventi ove manchi il requisito della messa in sicurezza di edifici o del patrimonio comunale.

L’installazione di impianti di videosorveglianza è ammissibile tra gli interventi finanziabili

L’installazione di impianti di videosorveglianza è finanziabile a condizione che faccia parte di un più ampio intervento di lavori pubblici per la messa in sicurezza del patrimonio comunale.

Se ti è stato utile questo articolo condividilo con i tuoi contatti. Se desideri informazioni più dettagliate sull’installazione di impianti di videosorveglianza a supporto del servizio di guardiania a distanza per la tua azienda o abitazione, contattaci e richiedi una consulenza gratuita.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo


Condividi

Info sull'autore

Carmelina Moccia administrator

Web Master, Seo Copywriter. Ha pubblicato Irene ha sempre freddo (Edizioni Progetto Cultura, 2013), Difesa a zona (articolo giornalistico, finalista alla xiv edizione del Premio nazionale Maria Santoro, 2013), Fuori dal limite (nell’antologia di racconti Il tempo dell’assenza, Edizioni Spartaco, 2015), Dietro una porta (nell'antologia di racconti Parole in viaggio, Edizioni Spartaco, 2017). Menzione d’onore per la prosa al Premio letterario Valentina per l’opera La finestra sul freddo viale d’inverno e al Premio Giovane Holden per l’opera Donne Pericolose. Ha pubblicato Bit alla scoperta del codice ascii (Progetto Cultura, 2011), Il topolino bianco e Ti stringo forte al cuore (Fara Editore, 2012), Non smetto di sperare (Fara Editore, 2014). Ha partecipato a quattro laboratori di scrittura creativa organizzati dalla casa editrice Spartaco e condotti da G. Graziano, durante i quali ha composto numerosi racconti. Partecipa al laboratorio di scrittura creativa Di lama e di trama, tenuto dalla scrittrice Antonella Cilento, finalista Premio Strega 2014, fondatrice e direttrice di Lalineascritta Laboratori di Scrittura, e organizzato dalla casa editrice Spartaco.

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp