Approvato il progetto per contrastare le forme di illegalità e garantire la sicurezza urbana

Approvato il progetto per contrastare le forme di illegalità e garantire la sicurezza urbana

sicurezza urbana

Le ultime due settimane sono state molto movimentate per le forze dell'ordine, costrette ad intervenire per raccogliere le segnalazioni di proprietari di ville e negozi, clienti di uffici postali e distributori di benzina per furti e rapine avvenute di notte o addirittura durante le ore del giorno.


E' recente la notizia di ben sette slot machine ritrovate nelle campagne  tra Gricignano e Casaluce (CE), private del contenuto e abbandonate dove già alloggiavano: amianto, cassette in plastica e altri materiali combusti.

Un'immagine aberrante, cui ormai siamo abituati ad assistere in un territorio ricolmo di paradossi, dove si rischia di finire in carcere o addirittura ammazzato per pochi spiccioli, dove persone senza scrupoli non si fanno problemi a derubare l'ospedale Melorio di Santa Maria Capua Vetere (CE) dei computer, oppure il negozio "Armony" di Alife (CE) di tablet e smartphone... dove donne disperate o semplicemente capricciose rubano le fioriere di un negozio di informatica a Maddaloni (CE) e ladri scaltri sottraggono soldi e oggetti preziosi nella villa di un imprenditore ad Alvignano (CE).

Un'immagine che devia da quella che dovrebbe connotare una società civile, dove non manca di assistere all'arresto di un Nigeriano trentaquattrenne mentre carica sull'auto circa 70 metri di cavi telefonici sottratti dalla stazione di Albanova (CE), allo spavento dei clienti dell'ufficio postale di Trentola Ducenta (CE), preso d'assalto da un giovane uomo munito di un'ascia, e del titolare della gioielleria a San Felice a Cancello (CE) e suo figlio che, minacciato con la pistola dal ladro, consegna l'incasso.

Sul tratto giuglianese dell'Asse Mediano tre giovani rapinano il bar all'interno del distributore di carburante e minacciano i clienti presenti, costringendo alcuni di essi a caricare il cambiamonete sulla loro vettura.

A Maddaloni invece, i ladri agiscono di notte per sottrarre sigarette dopo aver praticato un foro nella parete sul retro del bar. Sono costretti a scappare e a limitare il furto alle sole sigarette dal gas nebbiogeno.

Immagini queste che connotano una situazione allarmante, frutto di un degrado sociale che dilaga nel nostro territorio, così tanto romanzato, dove purtroppo spesso la realtà supera non poco l'immaginazione di scenografi e scrittori illustri.

I Ministeri: dell'Interno e dell'Economia hanno messo a disposizione delle prefetture e dei comuni, finanziamenti per l'implementazione di misure di sicurezza nelle città.

La giunta comunale di Caserta ha recentemente approvato una delibera che autorizza un progetto per la realizzazione di un sistema di videosorveglianza integrata per la sicurezza urbana della città, per contrastare le forme di illegalità sul territorio e garantire la sicurezza urbana, sulla base di quanto è previsto dal decreto Minniti. Oggetto dei controlli saranno i luoghi in prossimità delle istituzioni e locali notturni, che destano maggiore preoccupazione e fanno registrare un elevato numero di allarmi con richieste di interventi alle forze dell'ordine.

Un progetto che fa ben sperare nella giusta evoluzione della nostra società che rischia altrimenti di ammalarsi sempre più e cadere nel degrado assoluto.

Iscriviti alla Newsletter per non perdere nessun articolo


Condividi

Info sull'autore

admin administrator

Commenta

WhatsApp chat Contattaci su WhatsApp